Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ponzano, doveva essere un chiarimento tra i due, si è trasformata in tragedia

DRAMMA A MERLENGO: LITIGA CON LA COMPAGNA E SI SPARA

Francesco Russo, finanziere 39enne, si è ucciso con la sua pistola


PONZANO VENETO - Si erano dati appuntamento nel parcheggio di fronte all'ingresso dello stadio “Bepi Pizzolon” a Merlengo di Ponzano. Doveva essere una semplice discussione, un chiarimento, forse l'ennesimo, tra moglie e marito ma si è trasformato in un dramma. Erano le 12.30. Francesco Russo, finanziere di 40 anni, si è ucciso: al culmine della discussione accesissima con la moglie, impiegata all'ospedale San Camillo di Treviso, ha estratto la sua pistola d'ordinanza, se l'è puntata al collo ed ha fatto fuoco. Uno scatto improvviso, una frazione di secondo: Russo cade a terra, in una pozza di sangue, mentre lei assiste impotente alla brevissima agonia del marito che muore praticamente sul colpo. La donna, disperata e sotto choc, si è chinata sul corpo di Francesco Russo, in attesa dei soccorsi. Dalle testimonianza rese da alcuni residenti il finanziere e la donna stavano litigando in modo acceso ormai da diversi minuti. Poi improvvisamente lo sparo, le urla, la disperata telefonata al 118 e l'arrivo di un'ambulanza del Suem: per Russo purtroppo però non c'era già più nulla da fare ed i medici non hanno potuto far altro che constatarne la morte. Alle sirene del Suem seguono quelle delle volanti della polizia, dei carabinieri della stazione di Paese e degli uomini della Guardia di Finanza che sono subito accorsi, sconvolti dalla notizia della tragica morte del collega. Francesco Russo lavorava presso il distaccamento delle fiamme gialle all'aeroporto “Canova” di Treviso. Oltre alla moglie lascia due figliolette di 10 e 11 anni. Lei e la moglie avevano vissuto insieme a Giavera del Montello ma a causa dei continui screzi lui aveva deciso di allontanarsi da casa.

Galleria fotograficaGalleria fotografica