Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO: Il presidente del tribunale di Treviso commenta l'allarme bomba in via Verdi

AURELIO GATTO: "E' ALLARMANTE, COS╠ ╚ DIFFICILE ANDARE AVANTI"

"Personale e utenti vorrebbero pi¨ sicurezza, per lo meno in tribunale"


TREVISO - (gp) “E' un episodio grave perchè è la seconda volta in breve tempo, c'è stata una grande mobilitazione di forza pubblica, una sospensione delle udienze per più di due ore e in più è stato trovato anche questo pacco. Indubbiamente è una vicenda diversa da quelle precedenti e quindi è un po' allarmante”. Commenta così Aurelio Gatto, il presidente del tribunale di Treviso, l'allarme bomba scattato ieri nel palazzo di giustizia di via Verdi, che ha costretto le forze dell'ordine a evacuare la struttura e a chiuderla per due ore e mezza. Oltre alla telefonata anonima, quel che più preoccupa è stato l'aver trovato una scatola, innocua e inoffensiva con all'interno soltanto un circuito stampato e dei fili elettrici (senza esplosivo o inneschi), ma pur sempre piazzata da qualcuno che ha liberamente girato per i corridoi del tribunale. Si è trattato insomma di un finto ordigno ma se al posto di un mitomane ci fosse stato un folle con qualche intento distruttivo reale? Il problema della mancanza di qualsiasi tipo di controllo si è dunque palesato in tutta la sua potenziale pericolosità. “Mi pare che cosè sia difficile continuare – afferma il presidente Gatto - anche perchè il personale e tutti gli utenti vorrebbero un po' di sicurezza, per lo meno in tribunale". Il presidente del tribunale ha inoltre dichiarato che adesso si dovrà vedere cosa si può fare per attivare dei sistemi di controllo, ma il discorso pare essere sempre lo stesso: il palazzo di giustizia è senza un centesimo e si ritrova a non avere nessuna disponibilità da parte del ministero. L'unico interolocutore, a questo punto, rimane soltanto il Comune di Treviso. Proprio un paio d'ore dopo l'allarme bomba, si è tenuta la riunione del consiglio di manutenzione a cui era presente anche l'assessore ai lavori pubblici Ofelio Michielan. I temi da trattare dovevano essere altri ma si è parlato anche di quanto accaduto in tribunale. "Cercheremo di dare una qualche risposta con i mezzi che abbiamo - continua il presidente Gatto - e speriamo di riuscirci almeno per la ripresa delle attività dopo le ferie estive".
Ascolta le dichiarazioni rilasciate ai nostri microfoni dal presidente del Tribunale di Treviso Aurelio Gatto.