Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pena sospesa per il giovane di Mogliano Veneto che torna a essere libero

CARTE CLONATE IN SPAGNA: 32ENNE PATTEGGIA DUE ANNI DI CARCERE

Respinta la richiesta di estradizione per il mandato di cattura europeo


MOGLIANO VENETO – (gp) Era finito in manette il 22 aprile scorso in seguito all'esecuzione di un mandato di cattura internazionale emesso dalle autorità spagnole. Dopo essere tornato completamente libero, un 32enne di Mogliano Veneto ha chiuso i conti con la giustizia patteggiando due anni di reclusione e ottenendo la sospensione condizionale della pena. Difeso dall'avvocato Mauro Serpico, il giovane ha incassato un'altra vittoria, sancita dalla Corte d'Appello di Venezia che ha respinto la richiesta di estradizione per l'esecuzione del mandato di cattura europeo emesso dalla corte numero 8 di Barcellona perchè il giovane è già stato processato in Italia per gli stessi fatti. Dietro una facciata da apprezzato receptionist per conto di un albergo con sede lungo la Rambla de Catalunya, secondo l'accusa sarebbe stato un asso nel copiare e clonare carte di credito e documenti che i clienti dell'albergo gli affidavano per i pagamenti. Al giovane vengono contestate decine di questi raggiri. Le manette per il giovane erano scattate nel novembre scorso: i carabinieri lo sorpresero, nel parco commerciale di Mestre, a fare acquisti con le tessere clonate. La merce, valore di circa 12mila euro, venne trovata all'interno di un furgone di proprietà di un romeno di 53 anni. All'epoca il 32enne venne pizzicato anche con documenti, patente e decine di carte di credito false. Proprio partendo da questa pista i militari di Mestre erano arrivati all'hotel spagnolo in cui lavorava: nel suo armadietto vennero rinvenuti tre skimmer utili a clonare tessere magnetiche, 113 documenti falsi, un plastificatore ed una stampante oltre ad un'ottantina di tessere. Il 32enne, secondo i carabinieri di Mogliano Veneto, poteva avvalersi di 27 false identità di cui si sarebbe servito di volta in volta per acquisti di ogni tipo, come ad esempio i biglietti aerei.