Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

San Biagio, avviata la procedura per la revisione straordnaria del mezzo

SCUOLABUS CON BIMBI DI 4 ANNI: FRENI MALFUNZIONANTI

Controllo choc della polstrada, multe per 3mila euro al conducente


SAN BIAGIO - Fanali e luci in parte non funzionanti, freni in pessime condizioni, estintori non revisionati, carta del cronotachigrafo scaduta: viaggiava in queste condizioni, con un livello di sicurezza precario, uno scuolabus con all'interno un gruppo di bimbi di 4 anni. E' questo quanto emerge da un controllo effettuato martedì scorso a Fagarè di San Biagio di Callalta dalla polizia stradale lungo la sr 53, con l'ausilio del centro di revisione mobile del ministero dei trasporti. Il mezzo è di proprietà di un'azienda veneziana su cui ora verranno svolti accertamenti. Inizialmente gli agenti avevano fermato lo scuolabus ed un altro mezzo, entrambi della ditta, con a bordo i bimbi: viste le alte temperature gli agenti hanno preferito far concludere il viaggio ai conducenti, intimandoli di far ritorno al posto di controllo. Solo uno dei due scuolabus tornerà indietro, con a bordo entrambi i conducenti, di 30 e 67 anni. Viste le gravi violazioni sono state emesse sanzioni per oltre 3mila euro con la sospensione della patente e della carte di qualificazione del conducente. Vista la situazione di irregolarità sono state avviate le procedure per il richiamo di entrambi gli autobus presso la motorizzazione competente per essere sottoposti a revisione straordinaria.