Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il rapporto annuale della Confcommercio con Bonomi e Giannino

TERZIARIO, PIÙ IMPRESE MA CALANO GLI OCCUPATI

Titolari sempre più anziani: in un decennio ricambio per 1.600


TREVISO - Non rappresentava più lo sbocco per le masse licenziate da altri comparti, ma finora si era mantenuto stabile. Ora anche il terziario della Marca vede calare l'occupazione: nel 2013 sono stati persi 3.500 posti di lavoro, nonostante sia in crescita il numero di imprese. A soffrire di più il commercio tradizionale, mentre reggono le società di servizi alla persona e alle aziende, in particolare quelle operano nel campo dell'informatica, della tecnologia, della comunicazione. Oltre che nel turismo, dove aumentano le strutture per brevi vacanze e i bar, a fronte di un calo dei ristoranti. Il settore paga anche uno stentato ricambio generazionale: il rapporto tra imprenditori ultrasettantenni e imprendtiori giovani è nettamente sbilanciato verso i primi. Tanto che nei prossimi dieci anni si stima un fabbisogno di 1.600 figure imprenditoriali per sopperire a quanti necessariamente dovranno lasciare per ragioni 'età. I dati sono emersi nel corso della presentazione del rapporto annuale 2014 sul terziario in provincia di Treviso, curato da Alessandro Minello.
Ospiti della giornata promossa dalla Confcommercio e dal'Ebicom (l'ente bilaterale del settore, il sociologo Aldo Bonomi ed Oscar Giannino. Il noto giornalista economico ha ribadito come, in questo territorio, il terziario abbia ancora possibilità di sviluppo, se sostenuto in modo efficace. Non a caso, Guido Pomini, presidente provinciale della Confcommercio, indirizza alla politica un appello ad ascoltare e a confrontarsi in modo meno episodico con le associazioni di rappresentanza.