Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 36enne arrestato giovedì notte è stato interrogato dal gip Angelo Mascolo

CONNAZIONALE AGGREDITO CON UN COLTELLO: CINGALESE TORNA LIBERO

L'episodio a Carbonera: l'uomo ha fornito la propria versione dei fatti


CARBONERA – (gp) E' tornato un uomo libero, con il solo obbligo di dimora nel comune di Treviso, il 36enne cingalese arrestato giovedì sera per l'accusa di tentato omicidio nei confronti di un connazionale di 49 anni. L'uomo, comparso di fronte al gip Angelo Mascolo per l'interrogatorio di convalida dell'arresto, ha fornito la propria versione dei fatti parlando di una lite degenerata al termine della quale si sarebbe soltanto difeso dalla furia del contendente. Ignoti rimangono i motivi dell'alterco. Il giudice, ascoltate le parole dell'indagato difeso dall'avvocato Salvatore Rizzo, ha deciso di scarcerare il 36enne. I fatti contestati risalgono alla serata del 12 giugno scorso all'interno di un appartamento di via Roma a Carbonera, dove era in corso una cena tra amici, quasi tutti originari dello Sri Lanka e domestici di professione. Poco dopo le 22.30, per futili motivi e a causa forse dell'abuso di alcolici, il 36enne originario di Padova avrebbe aggredito a coltellate il connazionale. Sul posto era immediatamente intervenuta un'ambulanza del Suem118 per soccorrere il ferito che ha riportato lesioni alla gola e ad una coscia,e fin da subito i sanitari avevano escluso che fosse in pericolo di vita. I carabinieri, giunti sul posto, avevano bloccato e arrestato l'autore dell'aggressione mentre cercava di dileguarsi a piedi, ancora sporco di sangue. Sequestrato dai militari anche il coltello da cucina, della lunghezza di 20 centimetri, con cui il 36enne aveva ferito il connazionale.