Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sul tema un convegno organizzato dagli avvocati di famiglia dell'Aiaf

VIVA GLI SPOSI: NELLA MARCA UNO SU CINQUE È STRANIERO

Ma il 25% di separazioni e divorzi riguarda coppie miste o immigrati


TREVISO - Un matrimonio su cinque nella Marca gioiosa riguarda gli stranieri. Il dato, riferito al 31 dicembre 2013, è riferito ai comuni di Castelfranco Veneto, Conegliano, Montebelluna e Treviso (nel complesso circa 180mila residenti). Nel 2013, delle 447 unioni nunziali registrate, 376, il 79,3 % sono state tra italiani. La restante parte è così suddivisa: 59 in cui uno dei due coniugi è italiano e l’altro straniero (12,44 %), 39 in cui entrambi sono stranieri (8,21%).
Questo dato diventa ancor più rilevante rispetto alla disgregazione familiare. “Nei fenomeni di disgregazione, quali separazione e divorzio, la percentuale può salire anche a uno su quattro, sia perchè la tenuta delle coppie miste è sicuramente inferiore a quella delle coppie di cittadini italiani. Inoltre perché l’Italia è un paese di immigrazioni: qui arrivano e si ricongiungono molte famiglie che si sono costituite all’estero, ma che abitando qui hanno interesse a chiedere la separazione in Italia. Ci sono inoltre coppie di italiani che prima o dopo il matrimonio hanno trasferito la loro residenza all’estero e che magari chiedono di separarsi in Italia", spiega Francesca Collet, responsabile provinciale dell’Asssociazione italiana degli avvocati di famiglia.
Una situazione analizzata anche con casi particolari e posta al centro del convegno che l’Aiaf Treviso organizza mercoledì 18 giugno a Treviso (dalle15 alle 19, nella sala congressi “Armida Barelli” - Fondazione Ispirazione, in via Turazza) dal titolo “La crisi familiare nel diritto internazionale privato: giurisdizione e legge applicabile per le obbligazioni alimentari e per la responsabilità genitoriale”. Interverranno, tra gli altri, la professoressa Maria Caterina Baruffi, docente di diritto internazionale all’università di Verona e l’avvocato Giuliana Castelletti, sempre di Verona.