Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sul tema un convegno organizzato dagli avvocati di famiglia dell'Aiaf

VIVA GLI SPOSI: NELLA MARCA UNO SU CINQUE ╚ STRANIERO

Ma il 25% di separazioni e divorzi riguarda coppie miste o immigrati


TREVISO - Un matrimonio su cinque nella Marca gioiosa riguarda gli stranieri. Il dato, riferito al 31 dicembre 2013, è riferito ai comuni di Castelfranco Veneto, Conegliano, Montebelluna e Treviso (nel complesso circa 180mila residenti). Nel 2013, delle 447 unioni nunziali registrate, 376, il 79,3 % sono state tra italiani. La restante parte è così suddivisa: 59 in cui uno dei due coniugi è italiano e l’altro straniero (12,44 %), 39 in cui entrambi sono stranieri (8,21%).
Questo dato diventa ancor più rilevante rispetto alla disgregazione familiare. “Nei fenomeni di disgregazione, quali separazione e divorzio, la percentuale può salire anche a uno su quattro, sia perchè la tenuta delle coppie miste è sicuramente inferiore a quella delle coppie di cittadini italiani. Inoltre perché l’Italia è un paese di immigrazioni: qui arrivano e si ricongiungono molte famiglie che si sono costituite all’estero, ma che abitando qui hanno interesse a chiedere la separazione in Italia. Ci sono inoltre coppie di italiani che prima o dopo il matrimonio hanno trasferito la loro residenza all’estero e che magari chiedono di separarsi in Italia", spiega Francesca Collet, responsabile provinciale dell’Asssociazione italiana degli avvocati di famiglia.
Una situazione analizzata anche con casi particolari e posta al centro del convegno che l’Aiaf Treviso organizza mercoledì 18 giugno a Treviso (dalle15 alle 19, nella sala congressi “Armida Barelli” - Fondazione Ispirazione, in via Turazza) dal titolo “La crisi familiare nel diritto internazionale privato: giurisdizione e legge applicabile per le obbligazioni alimentari e per la responsabilità genitoriale”. Interverranno, tra gli altri, la professoressa Maria Caterina Baruffi, docente di diritto internazionale all’università di Verona e l’avvocato Giuliana Castelletti, sempre di Verona.