Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ponzano, erano scappati con un bottino di circa 20mila euro, fermati dai carabinieri

COLPO ALLA TUPPERWARE: IN CELLA BANDA DI RAPINATORI

Due banditi fermati a Treviso, gli altri tre intercettati a Mestre


TREVISO - Quattro palermitani, Salvatore Girgenti, 35 anni, Antonino Salerno, 28 anni, il 42enne Carmelo Signorelli, il 34enne Maurizio Caponetto, ed un campano, il 34enne Giuseppe Scelzi. Sono loro i componenti del commando che lunedi sera, poco dopo le 21, ha assaltato l'azienda Tupperware di Ponzano, in via delle Industrie. Si tratta di un gruppo di “rapinatori in trasferta” che vivevano tra Spinea e Mestre. I banditi, travisati da passamontagna e armati con una pistola Smith&Wesson sono riusciti a scappare con un bottino di oltre 20mila euro: era l'incasso giornaliero. Al momento del blitz della banda all'interno dell'azienda, al piano superiore, si stava svolgendo un corso di aggiornamento per i venditori: erano presenti almeno 40 persone. I rapinatori arrivano nel piazzale a bordo di un'auto che risulterà rubata lo scorso 5 aprile a Casale sul Sile. I quattro rapinatori (un quinto resterà all'esterno a fare da palo), travisati con passamontagna e armati di pistola, entrano dalla porta principale e si dirigono verso l'amministrazione: qui trovano la contabile della Tupperware, una 41enne sorella della titolare, una venditrice 33enne intenta a versare del denaro ed una 29enne che stava compilando dei moduli. Quest'ultima viene presa in ostaggio da uno dei banditi che ordina alla contabile di consegnare i soldi. Sentendo il trambusto provenire dal piano inferiore un 49enne, dipendente Ulss9 e li per partecipare alla riunione, piomba in ufficio e cerca di ribellarsi ai rapinatori che reagiscono violentemente. L'uomo è stato infatti centrato al capo con un colpo dato con il calcio della pistola: soccorso dal Suem, ha riportato 15 giorni di prognosi. I malviventi riescono a fuggire rapidamente, raggiungono il cimitero di Villorba, abbandonano la Panda e si dividono, salendo a bordo di altre due vetture pulite: una Punto di colore celeste ed una Mercedes classe A. La prima auto verrà bloccata dai carabinieri al casello di Treviso nord: a bordo ci sono Girgenti e Salerno ma soprattutto il bottino, nascosto sotto uno dei tappetini oltre alla pistola. La Classe A, in cui sono presenti gli altri componenti del commando, sarà fermata poco dopo a Mestre grazie anche all'ausilio della polstrada. Attualmente, su disposizione del pm Gabriella Cama, i rapinatori sono tutti rinchiusi nel carcere di Santa Bona.













Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
16/06/2014 - Commando assalta Tupperware
caos in azienda, bottino ingente