Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

San Vendemiano, domenica in via Roma, danni ingentissimi, condannato a 10 mesi

UBRIACO ALLA GUIDA, DISTRUGGE RECINZIONE E PICCHIA I CARABINIERI

Arrestato un 33enne, guidava con un tasso alcolemico di 2,80 gr/l


SAN VENDEMIANO - Completamente ubriaco al volante, ha perso il controllo della sua auto che ha abbattuto almeno venti metri di recinzione ed una colonna in mattoni, prima di bloccarsi in mezzo alla strada. L'incidente, avvenuto nella serata di domenica in via Roma a San Vendemiano, ha visto come protagonista un 33enne della zona. L'uomo, oltre a distruggere il suo veicolo e a provocare danni per decine di migliaia di euro, ha pensato bene di insultare pesantemente e aggredire a testate e calci i carabinieri. Per lui, riscontrato un tasso alcolemico di 2,80 gr/l, sono scattate le manette: uno dei militari è stato addirittura centrato alla nuca con un calcio scagliato dal 33enne. Dichiarato in stato di arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, il giovane è stato poi portato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari. Ieri mattina è stato celebrato il rito direttissimo durante il quale l’arresto è stato convalidato ed il 33enne è stato condannato a dieci mesi con pena sospesa.