Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Due 17enni, difesi dall'avvocato Alessandro Canal, si sono visti annullare le sanzioni

MULTATI PER LE TARGHE INCLINATE DELLE MOTO: VINCONO IL RICORSO

Oltre 500 euro di multa a testa più le spese per il sequestro delle KTM




TREVISO
- (gp) Avevano promesso battaglia perchè quelle due multe da oltre 500 euro l'una, perchè la targa delle loro moto sarebbe stata troppo inclinata, secondo loro non erano giustificate. E a distanza di un anno dai fatti (era il 27 giugno 2013) hanno incassato la loro vittoria. Protagonisti della vicenda due 17enni trevigiani che hanno deciso di fare ricorso affidandosi all'avvocato Alessandro Canal. Comparsi di fronte al giudice di pace Valerio Chiozzi, i due si sono visti annullare tutti i provvedimenti emessi dai carabinieri di Treviso. Il motivo? Sono stati evidenziati dal legale due errori fondamentali che il giudice ha ritenuto effettivamente commessi. Innanzitutto è stato sbagliato l'inserimento nel ricorso dell'esercente patria potestà ed erano errati sia il metodo che la misurazione dell'illecito amministrativo contestato. Quel pomeriggio estivo i due ragazzi stavano girando per il centro storico con le loro Ktm 125. Fermati per un controllo, i militari sostenevano che le targhe delle moto erano state modificate in modo da essere inclinate di 45 gradi. Immediato scattò il sequestro della carta di circolazione per entrambi e il sequestro dei mezzi, oltre a 509 euro di multa a testa. Denaro al quale si aggiunse quello per il trasporto e il deposito dei mezzi sotto sequestro: 181 euro ciascuno. Per documentare l'inclinazione delle targhe, i militari scattarono delle foto col cellulare quando i mezzi si trovavano già sul carroattrezzi. Modalità contestata dall'avvocato Canal che ha presentato ricorso facendo annullare i provvedimenti.