Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pieve, operaio albanese 38enne pizzicato in un negozio di Compro-oro della zona

RAID DEI LADRI IN UNA VILLA DI SOLIGHETTO: REFURTIVA RITROVATA

I carabinieri diramano le foto dei preziosi rubati, ricettatore nei guai


PIEVE DI SOLIGO - Ha tentato di smerciare alcuni preziosi in un negozio di “Compro-oro” di Pieve di Soligo: erano i gioielli che erano stati frutto di un furto messo a segno lo scorso 13 giugno all'interno di una villa di Solighetto, in via Riva Secca. I ladri, entrati forzando una porta posteriore, avevano messo a soqquadro tutte le stanze, approfittando anche dell'assenza dei padroni di casa. A tentare di rivedere la refurtiva un operaio albanese di 38 anni, residente a Farra, che è stato denunciato dai carabinieri per ricettazione. Gli investigatori, dopo il furto, avevano acquisito le foto dei preziosi rubati svolgendo controlli presso i veri negozi di “Compro-oro” della zona. Dopo alcuni giorni le ricerche hanno avuto buon esito. Un negoziante di Pieve di Soligo, riconosciuti alcuni gioielli sospetti che il 38enne stava cercando di cedergli, ha immediatamente avvertito i militari. L'uomo è stato immediatamente fermato mentre si trovava ancora all'interno del negozio di “Compro-oro” da cui era partito l'allerta. Perquisendo la sua abitazione i militari hanno ritrovato parte della refurtiva sparita dalla villa ma anche alcuni tablet, fotocamere, computer portatili e telefoni cellulari, materiale frutto di due furti messi a segno a fine maggio a Refrontolo e Susegana. Tutto il materiale è già stato reso ai proprietari. Il 38enne si è difeso dicendo che la refurtiva non era sua ma di un connazionale che aveva ospitato negli ultimi giorni. Ora la Questura di Treviso, in virtu' di questo episodio, dovrà valutare l'eventuale revoca del permesso di soggiorno. Le indagini dei carabinieri, coordinate dal comandante della Compagnia di Vittorio Veneto, Giancarlo Carraro, sono ancora in corso per rintracciare i complici del ricettatore.