Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Raggiunto un accordo con la Procura, un 29enne ha scelto di aptteggiare la pena

GIOVANI AGGREDITI MENTRE FANNO JOGGING: SE LA CAVA CON UN ANNO

Vittime due 14enni che si stavano allenando lungo via Liberazione



TREVISO
– (gp) “Non ricordo nulla di quanto successo ma non ho fatto niente. Se quelle persone dicono che le ho picchiate stanno mentendo. Ero soltanto un po' brillo e non le ho mai viste, non le conosco”. Queste in sintesi le parole pronunciate di fronte al giudice dal 29enne trevigiano M.T., nato in Repubblica Ceca, finito in manette (e poi agli arresti domiciliari, ora revocati) per lesioni, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Processato per direttissima, dopo aver ottenuto un termine a difesa, difeso dall'avvocato Sossio Vitale ha raggiunto un accordo con gli inquirenti patteggiando un anno di reclusione e ottenendo la sospensione condizionale della pena. Secondo l'accusa il 29enne, il 12 maggio scorso, avrebbe strattonato e poi aggredito a suon di calci e pugni due giovani, un ragazzo e una ragazza entrambi di 14 anni, impegnati a fare jogging. Una volta in questura, avrebbe poi inveito contro i poliziotti. Circostanza anche questa che il ragazzo aveva negato, sostenendo di non aver fatto niente di male. L'aggressione gratuita era avvenuta in via della Liberazione a Treviso. La ragazza aveva riportato lesioni guaribili con 7 giorni di prognosi a causa di un pugno al volto. Ferito lievemente invece l'amico, medicato al pronto soccorso e dimesso con tre soli giorni di prognosi. Il 29enne, senza nessun precedente alle spalle, era stato bloccato poco dopo dagli agenti delle volanti. Sul posto i poliziotti avevano trovato anche la madre del ragazzo che aveva offerto la propria collaborazione.