Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/216: LA CINA ╚ VICINA ANCHE SUL GREEN

A Pechino, lo svedese Bjork supera Otaegui


TREVISO - Ed ecco l’Open di questo Paese fino a ieri tanto lontano da noi, e che oggi, in quanto a Golf e non solo, si sta portando in pole position nel mondo.Il Volvo China Open, torneo dell’European Tour che si avvale dell’organizzazione dell’Asian Tour, si gioca al Topwin...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/215: ALLA MONTECCHIA VA IN SCENA IL BANCA GENERALI INVITATIONAL

Quarta tappa del circuito sponsorizzato dal gruppo bancario


SELVAZZANO DENTRO (PD) - In un ambiente speciale, la gara di golf 18 buche stableford, contrassegnata dall’esclusività e dal prestigio di “Banca Generali Private”. Era la quarta delle sette tappe del “Trofeo di golf area nord est” sponsorizzato da Banca...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/214: IL CHALLENGE AIGG RITORNA IN VENETO

Giornalisti golfisti impegnati a Frassanelle e al Colli Berici


PADOVA/VICENZA - Il Challenge dei Giornalisti Golfisti d’Italia 2018, dopo le giornate romane è arrivato in Veneto, nel padovano e nel vicentino. Abbiamo giocato in due particolarissimi Campi, ambientati in luoghi molto interessanti. Nella prima giornata abbiamo goduto della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Hanno tentato di acquisire i test preparati per l'esame di terza media di oggi

HACKER VITTORIESE NEI GUAI: FOTO PORNO NEL SITO INVALSI

E' un 16enne, denunciati anche un genovese e uno studente di Udine


TREVISO - Tre giovani, tra cui un 16enne di Vittorio Veneto e altri due studenti di Genova e Udine, sono stati tutti denunciati per accesso abusivo a sistema informatico e danneggiamento di informazioni dati e programmi informatici dal centro nazionale anticrimine di Roma per aver tentato di violare il sito Invalsi, pubblicando una foto porno, e per aver cercato di acquisire i test preparati per l'esame di terza media, prova che si è svolta nella giornata di oggi. L’indagine è partita solo alcuni giorni fa quando un attacco informatico al sito degli invalsi lo aveva reso impossibile da consultare a pochi giorni dagli esami. L'assalto al sito portava una firma, "Ulixes", apposta alla immagine pornografica. Gli investigatori sono arrivati al "condottiero", questa la firma dell'hacker che ha rivendicato l'azione, e insieme a lui agli altri due giovani coinvolti: ad incastrarli sono state le analisi tecniche che hanno permesso di isolare gli indirizzi IP da cui è partito l'assalto informatico. Le abitazioni dei tre giovani sono state perquisite alle prime luci dell'alba: sono stati sequestrati numerosi computer e altri dispositivi e supporti di memoria. L'operazione ha permesso il regolare svolgimento delle prove d'esame.