Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Reportage e classifiche di uno dei principali tornei giovanili nazionali

NICOLÒ MARSALA E ARIANNA SCALETTI VINCONO IL LEONE MARCIANO

Al Circolo Golf Venezia si è disputato il 62° Leone di San Marco


VENEZIA - Il Leone di San Marco è un'icona per Venezia! E' il simbolo del suo patrono quell'Evangelista che protegge la città sotto le sue ali dal lontano 828 quando con uno stratagemma due mercanti veneziani Bono da Torcello e Rustico da Malamocco traslarono da Alessandria a Venezia le spoglie nascondendole in una cesta coperta di carne di maiale. Si avverò così quella profezia annunciata all'Evangelista naufrago nelle lagune, già nel I sec. d.C. da un angelo in forma di leone alato, che in quelle acque il suo corpo avrebbe trovato riposo.
La sua immagine campeggia ovunque in città, e non a caso dunque è stato scelto come simbolo della competizione più prestigiosa per il Circolo lagunare.
Dal lontano 1953 ad oggi, questa manifestazione sportiva è cresciuta via via d'importanza, al punto che dalla stessa Federazione Italiana Golf è considerata a pieno titolo tra le Gare Nazionali più qualificanti d'Italia.
A renderla così di richiamo, senz'altro il prestigio del campo veneziano, dalle alte qualità tecniche; un azzeccato connubio tra link scozzese e parkland.
Ad accrescerne la caratura, la stessa formula di gioco, ovviamente Medal, che prevede il confronto sulle 72 buche, con taglio previsto dopo i primi due giri, mentre le ultime 36 del maschile si giocano nella terza giornata. Vista l'alta partecipazione, ogni anno si restringe l'handicap di accesso, portando ad un sempre maggior sbarco in laguna di giovani talenti, come si è visto nelle più recenti edizioni.
Oggi infatti l'età dei giocatori si è molto abbassata, tanto che anche quest'anno il campo del Lido ha visto lo sbarco dei giovani da tutta Italia e come Gara Nazionale questa LXII edizione ha attratto un livello di giocatori particolarmente alto, provenienti dal Royal Park a Castelgandolfo, dall'Ugolino all'Acquasanta; nutritissimo il Team Veneto che quest'anno sta ottenendo buoni successi: giocatori e giocatrici arrivati da Asolo, Asiago, Colli Berici, Cà Amata, Jesolo, Lignano, Montecchia, Padova, Villa Condulmer.
Tre giorni di golf esplosivo sul campo ottimamente preparato ed insidioso come sempre, hanno premiato la vista dei soci che hanno potuto assistere alle performance dei ragazzi che ormai spadroneggiano in questa ambita competizione e che da anni li vede protagonisti indiscussi.
Venendo ai risultati finali, vincitore Nicolò Marsala con 293, tesserato per Rovedine che dalle retrovie dopo il 1° giro chiuso con 79 (38a posizione!) e 74 di sabato, grazie ad un ottimo 71 e 69 domenica ha superato i veneti in testa la prima giornata. 2° a due colpi Lorenzo Magagnin (73-76-76-70) della Montecchia, 3° Alberto Castagnara di Lignano con 296 (73-75-74-74), 4° Alessandro Marsala 298 Rovedine (80-72-76-70), 5° Giovanni Fortini (77-75-78-70) da Ferrara con 300.
Nel femminile, vincitrice di misura Arianna Scaletti di Croara (72-76-73) che è risalita sulla veneta (222), Diletta Micocchero della Montecchia che dopo aver giocato -1 il primo giro, sabato 77e un buon 74 domenica è arrivata 2a, 3a Laura Lonardi di Verona con 76-71-76 favorita alla partenza.
Alla premiazione soddisfazione del Presidente del Circolo veneziano Italo Abba, affiancato dal Vice-Presidente Giovanni Anfodillo, che hanno ringraziato Paolo Casati, presente in qualità di Vice-Presidente della Federazione Italiana Golf.

Galleria fotograficaGalleria fotografica