Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Colpo grosso dell'etichetta discografica indipendente trevigiana Unlimited Struggle

"STRUGGLE RADIO" IN VETTA ALLE CLASSIFICHE IN APPENA 24 ORE

L'EP di Stokka & Madbuddy con Roc Beats è già un successo su iTunes


TREVISO - (gp) Quando Unlimited Struggle si muove, il botto è assicurato. Per la quinta volta quest'anno l'etichetta discografica indipendente trevigiana (che nel 2014 festeggia il decimo compleanno) ha di nuovo fatto centro pubblicando “Struggle Radio”, l'EP di Stokka & Madbuddy con la regia, le produzioni e la mano inconfondibile di Roc Beats, che della Unlimited Struggle Recordings è uno dei padri fondatori. In meno di 24 ore “Struggle Radio”, disponibile dalla mezzanotte di lunedì 23 giugno su iTunes e in tutti gli store digitali (oltre a 1000 copie in doppio vinile limitato ordinabili su www.unlimitedstruggle.com), è balzato al primo posto della classifica hip hop degli album più venduti in Italia e al terzo posto di quella generale, piazzandosi tra artisti del calibro di Coldplay e Lana Del Rey.

DA SINISTRA: Marco "Madbuddy" Gorgone, Matteo "Roc Beats" Bernacchi, Francesco "Stokka" Romito.

Un successo forse inatteso, ma per certi versi prevedibile visto che negli ultimi tempi la fucina di artisti che ha sede a Treviso (e che ora sta cercando di svilupparsi con un nuovo ed esclusivo quartier generale marchiato "Lobster" a due passi dalla stazione ferroviaria) non sbaglia un colpo: solo nel 2014 ha piazzato ai vertici delle classifiche gli album “La Malattia” di Cali & Aleaka, “Fantastica illusione” di Johnny Marsiglia & Big Joe, “M-Theory” di Mistaman, un vero e proprio concentrato di tecniche perfette e “ORCHIdee” di Ghemon. Con “Struggle Radio” insomma si andava sul sicuro, grazie alle abilità dei palermitani Stokka & Madbuddy, al secolo Francesco Romito e Marco Gorgone, e al marchio di fabbrica di Matteo Bernacchi, meglio conosciuto come Dj Shocca. L'EP di sette tracce è fatto di chiaroscuri già a partire dalla copertina (nella foto a lato), uno foto tratta dal progetto “Small Kings” del fotografo Alessandro Simonetti, scattata nel 2009 durante una dancehall illegale nel quartiere malfamato di Tivoli Gardens a Kingston, in Jamaica. L’anno dopo questo scatto polizia ed esercito entrarono nel quartiere con un’azione violenta rimasta nella storia dell’isola. Dopo due anni da “#Bypass”, Stokka, Buddy e Shocca hanno deciso di creare un disco che fosse realmente in controtendenza da quello che è lo status attuale: come sottolineato da loro si tratta di “un approccio hardcore senza sovrastrutture, un flusso di sonorità e rime crude capaci di spiazzare l’ascoltatore grazie a una capacità di analisi più lucida. Anche le produzioni di Roc Beats si sono fatte più sperimentali e cupe, un tappeto sonoro inedito in cui il producer trevigiano riesce a far convivere magistralmente il classico con il nuovo. L’EP è stato ideato tra Venezia, Treviso e Palermo e registrato tutto in una lunghissima session di due giorni nello studio di Dj Shocca. Due gli ospiti d’eccezione al microfono: lo storico singjay torinese Zuli e il romano Noyz Narcos, una collaborazione inaspettata che vuole rimarcare ancora di più le atmosfere hardcore di “Struggle Radio”.