Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le motivazioni: "Era residente a Treviso, non si poteva dare", esulta il Collettivo Ztl

IL TAR DEL VENETO ANNULLA IL FOGLIO DI VIA A RUGGERO SORCI

Era il secondo emesso dalla Questura nei confronti di Ruggero Sorci


TREVISO - Il Tar del Veneto si è pronunciato annullando nuovamente il secondo foglio di via dalla Città di Treviso nei confronti di un giovane militante del Collettivo Ztl, Ruggero Sorci. Lo scorso 11 marzo il Tar aveva già annullato il primo foglio di via ma il 4 Aprile scorso la Questura di Treviso ne aveva emesso un un altro, sempre con le stesse motivazioni, fotocopia del precedente. “Adesso il Tar -spiega il Collettivo Ztl in una nota- ha bocciato anche il secondo con una motivazione molto semplice: non si poteva dare il foglio di via a quel ragazzo che era residente a Treviso, come ammesso dalla stessa Questura nel provvedimento”. “Ricordiamo -si legge ancora in una nota degli Ztl- che negli ultimi due anni la Questura ha emesso in tutto sei fogli di via e due provvedimenti cautelari che sono stati tutti cassati dalla Magistratura tranne due ancora pendenti presso il Consiglio di Stato. Agli attivisti tutti questi ricorsi sono costati migliaia di euro e incredibili disagi, senza pensare al denaro pubblico sprecato ed alla perdita di tempo per queste vicende il cui luogo non è certo quello delle aule di Tribunale! Invitiamo pertanto chi sta ai piani alti dell’Appiani a prendere atto dell’inconsistenza di queste pratiche, a smetterla di entrare a gamba tesa nelle vicende politiche della nostra città con azioni assurde come i fogli di via, denunce improbabili come quella della manifestazione in senso contrario, schedatura degli attivisti politici e intimidazioni verso studenti e le loro famiglie”.