Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Difeso dall'avvocato Andrea Franco, il biologo di Preganziol rimane ai domiciliari

TANGENTI MOSE: DISSEQUESTRATI I CONTI CORRENTI DI RISMONDO

Venerdì l'udienza al Riesame per la scarcerazione di Giovanni Artico


TREVISO – (gp) Mentre l'inchiesta sulle tangenti del Mose prosegue in attesa degli sviluppi sul caso Galan, per i trevigiani coinvolti nell'indagine della Procura di Venezia sono giunte le prime buone notizie. In primis per Andrea Rismondo, il biologo marino di origini veneziane ma residente a Preganziol, che attualmente si trova agli arresti domiciliari. Il suo legale, l'avvocato Andrea Franco, ha infatti chiesto e ottenuto il dissequestro dei sei conti correnti riconducibili al suo assistito ai quali la magistratura aveva messo i sigilli. Soltanto uno è rimasto parzialmente congelato, per un importo di circa 80 mila euro ovvero la somma che Rismondo, secondo l'accusa, avrebbe versato al Consorzio Venezia Nuova.


Una piccola vittoria che ha spinto l'avvocato Franco, in accordo con il biologo marino, a revocare il ricorso presso il tribunale del Riesame presentato per chiedere la modifica della misura cautelare disposta dal gip Alberto Scaramuzza. Andrea Rismondo rimane dunque agli arresti domiciliari, tornando però in possesso del proprio patrimonio. La scelta di “accettare” la misura di custodia cautelare è stata dettata anche dal fatto che in questa fase dell'indagine, il non poter avere contatti con l'esterno o con altre persone, a eccezione dei familiari, possa essere tutt'altro che controproducente per Andrea Risomndo. Ne sono convinti sia il diretto interessato che il suo legale. Potrebbe invece tornare libero tra un paio di giorni Giovanni Artico, l'ex sindaco di Cessalto e fidato collaboratore dell'assessore Renato Chisso. L'uomo, che si trova detenuto nel carcere di Ravenna e che il 7 giugno scorso aveva parlato per oltre tre ore con il gip romagnolo (su delega del giudice Scaramuzza) chiarendo punto per punto le accuse che gli sono state mosse contro dalla Procura di Venezia, tramite il suo legale, l'avvocato Rizzardo Del Giudice, ha presentato ricorso presso il tribunale del Riesame per chiedere di essere scarcerato. L'udienza è stata fissata per venerdì mattina.