Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Bottacin: "A rischio il finanziamento regionale di 50 milioni"

I VERTICI DELL'ULSS DI TREVISO A RAPPORTO IN REGIONE

Chiesti chiarimenti sul progetto di finanza della cittadella della salute


TREVISO - I dirigenti dell’Ulss 9 di Treviso saranno ascoltati giovedì 26 giugno dalla V Commissione consiliare. Il presidente della Commissione ha accolto la richiesta del consigliere regionale Diego Bottacin di convocare il Direttore generale dell’azienda trevigiana per fare il punto sul progetto di finanza della “Cittadella della Salute”.
La messa a norma e l’ammodernamento dell’ospedale di Treviso è urgente per evitare il declino della sanità trevigiana e una consistente perdita di qualità dell’assistenza sanitaria per tutti i trevigiani e per le migliaia di veneti che ricorrono alle strutture della Marca, ma «c’è il rischio concreto di perdere il finanziamento di 50 milioni di euro e di veder sfumare l’intero progetto», ammonisce Bottacin.
«Il Consiglio ha bisogno di capire urgentemente come l’azienda intende muoversi per non perdere i 50 milioni di finanziamenti ministeriali», spiega Bottacin. «Al momento, quei fondi non sono utilizzabili, perché mancano le varianti urbanistiche e perché serve il cambio di destinazione d’uso degli immobili da alienare».
Inoltre, il pesante coinvolgimento nell’inchiesta sul Mose del gruppo finanziario che si è aggiudicato l’appalto minaccia di affondare definitivamente un progetto che già faticava a stare a galla. Il rischio di perdere anche i 50 milioni di finanziamento ministeriale è oggi «molto concreto», accusa Bottacin. Infine, dalle indagini appare come diverse cordate che hanno partecipato alla gara fossero fortemente sponsorizzate da diversi leader politici veneti, inclusa quella che si è provvisoriamente giudicata l’appalto».
La proposta di Bottacin sulla Cittadella della Salute è nota da tempo: «il lavoro va diviso in due lotti. Intanto venga annullata la gara aggiudicata in via provvisoria e si realizzi subito un primo lotto interamente finanziato con i 50 milioni di fondi ministeriali e i fondi propri dell’Ulss 9 (le alienazioni). Il secondo lotto sarà finanziato con un mutuo che avrà sicuramente tassi inferiori a quelli del progetto di finanza. Il mutuo potrebbe essere autorizzato dalla Regione già dal prossimo anno».