Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra il 26enne napoletano Angelo Izzo, vittima un commerciante 59enne

TENTA RAPINA A COLPI DI MELONE: CONDANNATO A UN ANNO E MEZZO

Colluttazione per rubare un borsello che conteneva 3 mila euro


SPRESIANO - (gp) Un anno e sei mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena, 400 euro di multa, 3 mila euro di risarcimento danni alla parte civile oltre a 1600 euro di spese legali. Questa la condanna inflitta dal giudice Leonardo Bianco ad Angelo Izzo, 26enne di origini napoletane, finito a processo per una tentata rapina a colpi di melone per rubare un borsello contenente 3 mila euro. La vittima, un commerciante trevigiano di 59 anni, si era costituito parte civile con l'avvocato Stefania Bertoldi avanzando una richiesta di risarcimento danni morali e patrimoniali di 20 mila euro.


I fatti contestati risalivano al 26 agosto 2011 quando, nel parcheggio di via Volta a Villorba, un furgone con a bordo due uomini si era avvicinato all'auto del commerciante. Dal lato passeggero, stando alla ricostruzione del pm Giovanni Valmassoi (che aveva chiesto una condanna a 2 anni e 2 mesi di reclusione), sarebbe sceso proprio Izzo presentandosi all'uomo come il figlio di un suo vecchio cliente. Fingendo di aver aperto con il padre un negozio di ortofrutta, come omaggio voleva regalare alla vittima una cassetta di meloni. Convinto che il ragazzo fosse in buona fede, l'uomo aprì il bagagliaio e Izzo, dopo la prima, avrebbe iniziato a caricare altre cassette, adocchiando il borsello del commerciante posato sui sedili dell'auto. In un attimo infatti il giovane avrebbe lasciato le casse e avrebbe afferrato il borsello, ma il 59enne fu altrettanto lesto e riuscì ad afferrarlo a sua volta. Ne sarebbe così nata una piccola colluttazione, nel senso che per aver ragione del commerciante il 26enne avrebbe iniziato a tirare in testa all'uomo i meloni che aveva appena caricato nel bagagliaio perchè lasciasse la presa. Il 59enne iniziò a suonare il clacson per attirare qualcuno e chiedere aiuto e subito in suo soccorso arrivò un negoziante. Il 26enne allora avrebbe mollato la presa e sarebbe risalito sul furgone. Ma il 59enne, nonostante fosse ferito, riuscì a prendere il numero di targa assieme al negoziante e a incastrare così il giovane. Portato in ospedale i medici gli riscontrarono lesioni al volto e al capo giudicate fortunatamente guaribili in 5 giorni di prognosi. Per il 26enne scattò invece la denuncia a piede libero e, successivamente, il processo per tentata rapina.