Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il Panathlon di Treviso ha riunito tre campioni al Relais Monaco di Ponzano

DEI ROSSI, MARANGONI E BEBE VIO BRILLANO A STELLE SOTTO LE STELLE

Tutti hanno parlato di come sono riusciti ad eccellere nello sport


TREVISO - Un tris di stelle nella splendida cornice del Relais Monaco a Ponzano. Stelle sotto le stelle, quarta edizione, organizzato dal Panathlon di Treviso del presidente Andrea Vidotti, ha riunito tre campioni di prima grandezza: Riccardo Dei Rossi, 45 anni, triestino, argento nel quattro senza a Sidney 2000, due ori e due bronzi ai Mondiali, oggi diesse del glorioso Circolo Ospedalieri alla Restera, quello di Baran, Sambo e Cipolla; l’opitergina Silvia Marangoni, 28 anni, 10 mondiali vinti nel pattinaggio artistico; la moglianese Beatrice "Bebe" Vio, 17 anni, tetraplegica da quando ne aveva 11, tedofora alle Paralimpiadi di Londra, oro e due argenti ai Mondiali di fioretto, due ori agli Europei. Ognuno ha raccontato di come sia riuscito a prevalere nella propria disciplina, dei sacrifici che ha fatto in cabio di un titolo o di una medaglia, della volontà e della passione dalle quali sono animati. Dei Rossi: "Il canottaggio è sport di fatica, serve spirito di gruppo, ho disputato 4 Olimpiadi e mi ha battuto Steve Redgrave, unico al mondo a vincere 5 Olimpiadi, ma sono contento lo stesso." Marangoni: "Soldi se ne vedono pochi, conta la passione, che non ti fa sentire la fatica: andrò avanti finchè ce la farò e sono felice quando vedo i tanti ragazzini che pattinano.". Vio (per lei è nata Art 4 Sport, associazione creata da papà Ruggero e mamma Teresa per i ragazzi disabili). "Siamo in 14, 3 nella scherma: si creano sempre nuove protesi adatte a tutti. Soprattutto due personaggi mi sono stati vicini, Alex Zanardi e Oscar Pistorius. Ma anche Francesca Porcellato."

Nella foto: Dei Rossi, Bebe Vio e Vidotti.