Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

A Salzano Marco Impagliazzo, presidente della comunità di Sant'Egidio

L'INCONTRO: "I CITTADINI E LA POVERTÀ, NUOVI ORIZZONTI DI COSCIENZA CIVICA"

L'appuntamento stasera, venerdì 27, alla filanda Romanin Jacur


SALZANO - Marco Impagliazzo, presidente della comunità di Sant’Egidio, sarà ospite alla Filanda Romanin Jacur di Salzano, venerdì 27 giugno alle 21 per il quarto appuntamento del ciclo Giuseppe Sarto tra Memoria e attualità, promosso in occasione del centenario della morte di Pio X da Comune, Parrocchia e numerose associazioni del territorio. Ai nostri microfoni interviene il sindaco di Sarzano, Alessandro Queresimin, che presenta l'incontro "I cittadini e le povertà, nuovi orizzonti di coscienza civica", un tema di grande attualità su cui anche l’ultimo rapporto annuale Istat restituisce dati allarmanti, con il 12% delle famiglie italiane che si trovano in stato di grave deprivazione. Una situazione rispetto alla quale il Veneto non è certo immune: solo il 57% delle famiglie dichiara di disporre di risorse economiche adeguate.
Un quadro che “interpella” i Comuni, che si trovano a fare i conti con risorse sempre più scarse e con la difficoltà di rispondere all’emergenza sociale. Da qui la necessità, sollevata da più parti, di ripensare il Welfare, stimolando la collaborazione fra settore pubblico e non profit e passando da politiche assistenziali a politiche “generative”, che considerino le persone in stato di bisogno non come degli “assistiti” da sostenere con qualche contributo, ma come soggetti attivi, che possono esprimere delle potenzialità. Un tema su cui la comunità locale vuole interrogarsi, anche a partire dagli spunti di riflessione proposti venerdì 27.
Docente di storia contemporanea all’Università per stranieri di Perugia, Impagliazzo è alla guida della Comunità di Sant’Egidio dal 2003. L’amicizia con i poveri (concetto che va ben oltre il semplice “aiuto”) è uno dei fondamenti del movimento, che lo scorso 15 giugno ha vissuto un momento che rimarrà nella storia con la visita di Papa Francesco. L’augurio rivolto dal Papa alla Comunità è stato proprio quello di «confondere chi aiuta e chi è aiutato», così che la tensione verso chi è più povero «lentamente cessa di essere tensione per diventare incontro, abbraccio».
Anche in questo caso la figura di Sarto offre spunti preziosi: come presidente dell’Ospitale dell’istituto Massa Poveri e della Congregazione Carità si impegnò strenuamente, accendendo debiti per procurare medicinali destinati alle famiglie più disagiate, ma anche attivando una sottoscrizione fra i possidenti a sostegno dei poveri e preoccupandosi dell’efficacia degli interventi, chiedendo di distinguere i veri dai falsi bisognosi.
Il ciclo si concluderà poi giovedì 3 luglio con don Flavio Dalla Vecchia, docente di Sacra
Scrittura dell’Università del Sacro Cuore di Milano, che affronterà il tema Trasmettere la fede ai giovani – una sfida per la Chiesa, tra insegnamento e testimonianza.