Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, nei guai anche un minorenne, scoperto a imbrattare un autobus Mom

CASSE PER LA SOSTA NON ACCETTANO CARTA DI CREDITO: LUI LE IMBRATTA

Un 50enne è stato scoperto dalla polizia locale grazie alle telecamere


TREVISO - Con un pennarello indelebile stava imbrattando un autobus della società Mom ed una cassetta postale nei pressi di piazzale Duca d'Aosta a Treviso. Il writer è un ragazzo minorenne che è stato colto in flagrante dagli agenti della polizia locale di Treviso. Il giovane era riuscito a dileguarsi, salendo a bordo di un autobus ma grazie al sistema di videosorveglianza cittadino è stato identificato, accompagnato presso il comando di via Castello d'Amore e riaffidato ai genitori. Il ragazzo è stato denunciato alla Procura per i minori ed i famigliari saranno ora costretti a pagare le spese per i danni provocati dal loro figlio. Un episodio simile è avvenuto in via Le Canevare ed ha visto come protagonista un uomo di 50 anni che è stato immortalato dalle telecamere di sorveglianza mentre imbrattava con scritte ingiuriose una delle casse automatiche di Treviso Sosta, all'ingresso del parcheggio. Anche in questo caso, dopo la segnalazione e querela presentata dalla società, il nucleo di polizia giudiziaria della polizia locale si era attivato, verificando meticolosamente le immagini, prima e dopo il fatto. I controlli hanno permesso di identificare attraverso la targa del veicolo in uscita, l'autore del danneggiamento. Il 50enne, stando a quanto riferisce la polizia locale, si sarebbe indispettito dal fatto che la cassa automatica non accettava le carte di credito, e aveva ritenuto in quel modo, di evidenziare il suo "disagio". Per lui è scattata l'inevitabile denuncia per danneggiamento, oltre ad un risarcimento per i danni provocati. “Sicuramente,  un cattivo esempio per  le nuove generazioni”: ha commentato il vicecomandante della polizia locale, Roberto Mazzon.