Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderā il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il Tribunale del Riesame ha annullato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere

TANGENTI MOSE: GIOVANNI ARTICO TORNA A ESSERE UN UOMO LIBERO

L'ex sindaco di Cessalto: "Non sono nč un corrotto nč un corruttore"



CESSALTO
– (gp) L'ex sindaco di Cessalto Giovanni Artico è tornato un uomo libero. Il tribunale del riesame ha infatti annullato l'ordinanza di custodia cautelare che lo aveva portato in carcere nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Venezia sulle tangenti del Mose. “Non sono né un corrotto né un corruttore” ha sottolineato l'ex primo cittadino che fino a 23 giorni fa (quando venne rinchiuso nel carcere di Ravenna) era funzionario della Regione Veneto e stretto collaboratore di Renato Chisso. Difeso dall'avvocato Rizzardo Del Giudice, Artico è accusato di aver ottenuto che la figlia venisse assunta dal gruppo Nordest Media, controllato dalla Mantovani, in cambio del via libera a un progetto da 6 milioni di euro affidato all'azienda di Piergiorgio Baita. Assunzione che sarebbe stata caldeggiata direttamente da Renato Chisso. I giudici del Riesame, nell'annullare l'ordinanza di custodia cautelare, hanno dato credito alla testimonianza fiume (oltre tre ore) resa dal diretto interessato nel corso dell'interrogatorio che ha permesso, affiancata a una memoria difensiva allegata al ricorso, di sgonfiare le contestazioni della Procura di Venezia. “Ho patito moltissimo – ha dichiarato Artico – E' stata un'esperienza che mi ha provato. Sapere di essere innocente e sapere che fuori la mia famiglia mi stava aspettando mi ha dato la forza per superare questo momento”.

 

L'AVVOCATO RIZZARDO DEL GIUDICE:  "SMONTATE LE ACCUSE"

“Era stupefacente l'enorme differenza tra le varie posizioni degli indagati. Quella di Giovanni Artico (nella foto a lato) era sideralmente lontana da quelle più gravi. Ma soprattutto le accuse a carico del mio assistito risultavano e risultano generiche oltre che infondate”. Parole dell'avvocato Rizzardo Del Giudice, difensore dell'ex sindaco di Cessalto. Il legale ha sottolineato come Artico abbia “smontato le accuse. Si è interessato del futuro della figlia – aggiunge – che aveva già altre richieste di lavoro. Nelle 12 pagine degli atti che riguardano l'ex sindaco non c'era nulla che potesse motivare una custodia cautelare in carcere. Artico non solo non ha mai preso un euro, ma nemmeno un caffè”. E in merito alla decisione presa dai giudici del tribunale del riesame, l'avvocato commenta: “Il provvedimento che ha annullato l'ordinanza di custodia cautelare è una misura forte che lascia quindi intendere che l'intera vicenda giudiziaria andrà vista sotto una nuova luce”.