Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, si erano addormentati insieme all'interno della cabina del mezzo pesante

DRAMMA IN DOGANA: 13ENNE SI SVEGLIA E TROVA IL PADRE MORTO

Un infarto ha stroncato martedì un camionista slovacco di 41 anni


TREVISO - Un autotrasportatore slovacco di 41 anni, Milan Romanak, è stato trovato morto all'interno della cabina del suo camion all'alba di martedì presso la Dogana di Treviso. L'uomo era arrivato a Treviso la sera precedente, in compagnia del figlio 13enne: i due si erano messi a dormire ma quando il giovane si è risvegliato, verso le 6 del mattino, ha trovato il padre privo di sensi. In suo aiuto è giunto un altro camionista che ha immediatamente lanciato l'allarme ai medici del Suem118 e alla polizia. Le volanti, coordinate dal dirigente Immacolata Benvenuto, hanno immediatamente portato il giovanissimo presso una struttura protetta, avviando le pratiche di rintraccio dei famigliari del 41enne. Il medico legale, intervenuto in Dogana per gli accertamenti del caso, non ha ravvisato segni di violenza di nessun tipo sul corpo: la morte sarebbe sopraggiunta con ogni probababilità a causa di un arresto cardiocircolatorio dovuto ad un infarto improvviso. Il decesso sarebbe da ricondurre ad almeno due ore rispetto all'allarme dato dal 13enne. Il figlioletto, raggiunto martedì sera a Treviso dalla madre e da un parente, ha raccontato che il padre non si sentiva bene e per questo aveva voluto riposare.