Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, si erano addormentati insieme all'interno della cabina del mezzo pesante

DRAMMA IN DOGANA: 13ENNE SI SVEGLIA E TROVA IL PADRE MORTO

Un infarto ha stroncato martedì un camionista slovacco di 41 anni


TREVISO - Un autotrasportatore slovacco di 41 anni, Milan Romanak, è stato trovato morto all'interno della cabina del suo camion all'alba di martedì presso la Dogana di Treviso. L'uomo era arrivato a Treviso la sera precedente, in compagnia del figlio 13enne: i due si erano messi a dormire ma quando il giovane si è risvegliato, verso le 6 del mattino, ha trovato il padre privo di sensi. In suo aiuto è giunto un altro camionista che ha immediatamente lanciato l'allarme ai medici del Suem118 e alla polizia. Le volanti, coordinate dal dirigente Immacolata Benvenuto, hanno immediatamente portato il giovanissimo presso una struttura protetta, avviando le pratiche di rintraccio dei famigliari del 41enne. Il medico legale, intervenuto in Dogana per gli accertamenti del caso, non ha ravvisato segni di violenza di nessun tipo sul corpo: la morte sarebbe sopraggiunta con ogni probababilità a causa di un arresto cardiocircolatorio dovuto ad un infarto improvviso. Il decesso sarebbe da ricondurre ad almeno due ore rispetto all'allarme dato dal 13enne. Il figlioletto, raggiunto martedì sera a Treviso dalla madre e da un parente, ha raccontato che il padre non si sentiva bene e per questo aveva voluto riposare.