Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sartori: "Servono 100 milioni di euro per coprire l'intero anno"

L'ACCORDO SULLA CIG IN DEROGA SALVA 6MILA ADDETTI NELLA MARCA

L'allarme Confartigianato: finora nessuno ha ricevuto il pagamento



TREVISO -
Salvati 6mila posti di lavoro a Treviso grazie alla firma dell’accordo ponte sugli ammortizzatori sociali in deroga che, nella sola Marca coinvolge 2mila imprese artigiane, dei settori della meccanica di produzione, del legno-arredo e dell’area. La Confartigianato Marca Trevigiana esprime soddisfazione per la proroga, siglata l'altro ieri, proroga del sostegno garantito sino al 31 agosto 2014. In attesa che il governo ridefinisca le risorse per l'intera annata 2014. L'associazione della piccola impresa manifesta anche preoccupazione per il fatto che finora nessuno dei 6 mila lavoratori trevigiani, nel 2014, ha ancora ricevuto dall'Inps il saldo delle ore effettivamente utilizzate (in media circa il 19% del totale). “Nella nostra regione servono 55 milioni per pagare tutte le casse integrazione in deroga in essere fino al 31 agosto 2014 – ribadisce Renzo Sartori, presidente provinciale di Confartigianato -. Un primo passo, fermo restando che l’impegno del legislatore era ed è di garantire la cassa in deroga per l'intero 2014, per un importo complessivo si di circa 100 milioni, che diventano oltre 1 miliardo per l’intero territorio nazionale”. Sartori lamenta il paradosso per cui lo Stato non finanzia gli ammortizzatori sociali in deroga, ma ha incassato aumentando il costo del lavoro per le pmi dello 0,5%, equivalente a circa 130 euro all'anno per ogni dipendente. “Speriamo che il ritardo del governo nell’onorare questi accordi non dipenda dalla scelta di dirottare le risorse previste per artigianato e pmi per sbloccare gli esuberi oggetto della trattativa Ethiad – Alitalia – attacca il leader degli artigiani della Marca -. Se così fosse ai dipendenti di serie A, quelli delle grandi imprese, oltre alle risorse si riconoscerebbero durate ben oltre gli 8 mesi concessi ai dipendenti delle nostre aziende artigiane”.