Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO/ L'intervista a Daniele Bombardi di Caritas Italiana

L'INCONTRO: "ACQUA E FANGO, L'ALLUVIONE IN BOSNIA E SERBIA"

Venerdì 4 luglio a Ceggia e lunedì 7 a Oderzo


(ag) “Acqua e fango. L'alluvione in Bosnia e Serbia: una tragedia poco mediatica” è il titolo di due appuntamenti organizzati da Caritas Italiana in collaborazione con Caritas diocesana Vittorio Veneto che si terranno stasera, venerdì 4 luglio, alle 20.30 nell'auditorium comunale di Ceggia, e lunedì 7 luglio alle 21 presso il cinema Turroni di Oderzo.
Due incontri pubblici dedicati alla catastrofe naturale di maggio in Bosnia Erzegovina e Serbia, che ha interessato un'area grande come la Pianura Padana. Decine sono state le vittime, mentre si parla di  centinaia di migliaia di sfollati. Solo in Bosnia sono 55mila le case danneggiate dalle alluvioni, ci spiega nell'intervista Daniele Bombardi, coordinatore delle attività di Caritas Italiana in Bosnia Erzegovina e Serbia. La gran parte degli abitanti hanno trovato accoglienza da famigliari o amici, ma ancora 2500 persone sono ospiti dei centri collettivi. Oltre le case, anche le aziende e le infrastrutture sono state duramente colpite dai dieci giorni di pioggia incessante, che ha comportato frane, smottamenti, e lo smuoversi e sollevarsi del terreno in cui erano ancora sotterrate le mine antiuomo. La prima stima dei danni si aggira attorno ai 2 miliardi di euro per la Bosnia Erzegovina, mentre per la Serbia si parla di 1,3 miliardi di euro. 
Caritas Italiana si è impegnata sul campo, assieme alle Caritas locali, per i soccorsi immediati dopo l'alluvione e per iniziare a progettare la ricostruzione, che sarà lunga e complessa.
Obbiettivo degli organizzatori di “Acqua e fango” è informare e sensibilizzare sulla
situazione, senza dimenticare la possibilità di dare un sostegno concreto ai progetti di Caritas per le popolazioni colpite.

“Acqua e fango” proporrà anche il reportage fotografico realizzato da Silvia Longhi, fotografa trentenne di Oderzo che a inizio giugno ha accompagnato gli operatori e i caschi bianchi della Caritas nelle operazioni di monitoraggio e distribuzione aiuti sul campo.

Modera l'incontro di lunedì 7 ad Oderzo Chiara Longhi. Modera l'incontro di venerdì 4 l'assessore alla cultura del Comune di Ceggia Mila Manzatto.
Il progetto “Acqua e fango” è in collaborazione con Caritas diocesana di Vittorio Veneto e Caritas Italiana.
L'incontro di venerdì 4 a Ceggia è in collaborazione con il Comune di Ceggia, quello di lunedì 7 in collaborazione con la parrocchia del Duomo di Oderzo.