Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'incidente sabato, intorno alle 21, a Fossetta di Musile di Piave

SCHIANTO SULLA TREVISO-MARE, MUORE MOTOCICLISTA 38ENNE

Omar Candosin, di Caerano, ha perso il controllo della sua Honda


MUSILE DI PIAVE - Ancora un motociclista vittima della strada. Omarc Candosin, 38 anni, di Caerano San Marco, è morto sabato sera, schiantandosi con la sua moto, nei pressi di una rotonda sulla Treviso- Mare, in località Fossetta, in comune di Musile di Piave. Il giovane, dipendente della Bio house group di Montebelluna, era in sella alla sua Honda Cbr 600, quando intorno alle 21, ha perso il controllo del mezzo, mentre percorreva la leggera semicurva che immette sulla rotatoria. Con ogni probabilità, stava ritornando verso casa, dopo una giornata trascorsa al mare. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, la sbandata sarebbe avvenuta in modo autonomo, senza il coinvolgimento di altri mezzi. Fatto sta che il 38enne centauro ha cozzato contro il guard rail ai bordi della carreggiata e l'impatto l'ha sbalzato di sella, scaraventandolo per cinque metri contro un cartello di precedenza. A dare l'allarme, i guidatori di due scooter che il trevigiano aveva superato poco prima. Troppo gravi le ferite riportate: Candosin è spirato pressoché sul colpo e quando i soccorsi sono giunti sul posto, non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Non sposato, lascia i genitori e due fratelli. Neppure 24 ore prima, a poche decine di chilometri di distanza, un altro incidente era costato la vita ad un altro motociclista: Sandro Diana, 32enne friulano, si era scontrato contro un'auto a Cesarolo, mentre era diretto a Bibione per andare a trovare la sorella in vacanza nella località balneare.