Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il presidente di Treviso Basket parla del momento magico della sua società

VAZZOLER: "TVB VUOLE CRESCERE E RIPORTARE I TIFOSI AL PALAVERDE"

"Mai fare il passo più lungo della gamba, ma se ripenso a due anni fa..."


TREVISO - In attesa di vedere la costruzione della squadra ed i giocatori che arriveranno, attorno alla De' Longhi che la prossima stagione affronterà per la prima volta il campionato di A2 Silver comincia a crearsi un certo entusiasmo da parte di una tifoseria che non aspetta altro di trovare gli antichi entusiasmi. Il presidente Paolo Vazzoler fa il raffronto fra la situazione di due anni fa e quella di oggi: "4 luglio 2012, conferenza ai Soffioni: non c’era niente. Due anni dopo siamo come ci vedete, con la speranza che questo sia solo un passaggio, una tappa; per cui calma e andiamo avanti. Poi, si sa, il campo è un po’ bizzarro: le delusioni e le esaltazioni arrivano quando meno te l’aspetti, di certo posso dire che ci stiamo mettendo anima e cuore, e la gente sono sicuro che apprezza anche questo aspetto. Nessun dubbio sul fatto che vogliamo fare le cose per bene: solitamente in questo caso arrivano i risultati, nella fattispecie non potremo che essere soddisfatti. Assieme alla conseguente crescita della società; ma vogliamo anche far maturare gli allenatori ed i giovani da loro allenati."
-E’ dura pensare che Treviso si comporti come una matricola qualsiasi…
"I canestri li hanno anche gli altri palasport, non solo il Palaverde, Pillastrini non segna e De’ Longhi non gioca. Ulteriore dettaglio: ci mancano ancora dieci giocatori e ci sono gli avversari, che hanno pure loro dei punti di forza e con i quali bisognerà confrontarci. Io oggi non dico nulla: bello sognare, ma occhio che il passo non sia più lungo della gamba. Calcoliamo poi che il prossimo anno ci sarà la A2 unica, ma un conto è arrivarci da ultimi, un altro con una stagione positiva, con un buon pubblico, che chiama investimenti. I quattro cavalieri iniziali, poi i primi consorziati, De’ Longhi, Marcolin, marchi arrivati a maggio: significa che tutti hanno condiviso ciò che c’era dietro. Il sindaco Manildo l’altro giorno ha detto bene: siamo orgogliosi di voi. Lo dica forte perché è vero, Treviso Basket è un esempio. Io e gli altri che lavoriamo in società amiamo la pallacanestro, e vogliamo trasmettere questo amore ai ragazzini che sono con noi."

Nella foto Film Vazzoler con il sindaco Giovanni Manildo