Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lascia moglie e due figli, la morte domenica al Ca' Foncello dopo 5 giorni di coma

SILEA RUGBY IN LUTTO: SERGIO PIZZINATO NON CE L'HA FATTA

Martedì scorso il 64enne vittima di un infortunio allo stadio di Cendon


SILEA - (NC) Grave lutto per il mondo del rugby trevigiano. E' morto Sergio Piccinato, 64 anni, da sempre collaboratore della societa' Silea rugby, braccio destro del presidente Guido Sperandio e tra gli organizzatori del trofeo Topolino. La morte e' sopraggiunta ieri a mezzogiorno al Ca' Foncello di Treviso dove Piccinato era ricoverato da martedi scorso in seguito ad un grave incidente sul lavoro. Il 65enne stava svolgendo dei lavori di manutenzione presso i campi di rugby di Cendon, sede degli "Amatori Silea": è stato trovato da un altro collaboratore a terra, ai piedi di una scala e con un cacciavite ancora tra le mani. Il 64enne sarebbe caduto dalla sommità della scala, ovvero da un'altezza di due metri e mezzo, sbattendo violentemente la schiena a terra. Sara' l'autopsia che probabilmente sarà disposta dalla Procura di Treviso, a fare luce maggior sul caso. Sergio Piccinato, le cui condizioni sono apparse fin da subito gravi, è deceduto dopo cinque giorni di agonia, trascorsi a lottare tra la vita e la morte nel reparto di terapia intensiva del nosocomio trevigiano. Piccinato viveva in via Avogadri con la famiglia e lascia moglie e due figli, Andrea e Alessandro, entrambi ex giocatori di rugby. E' stato proprio Alessandro a dare la notizia della scomparsa del padre, domenica pomeriggio. Il 64enne, falegname di professione e nato il 23 dicembre 1949, è ricordato dal presidente del Silea rugby, Guido Sperandio, come la vera e propria "anima della società", sempre disponibile e gentile con tutti. I famigliari hanno già dato il nullaosta per la donazione degli organi. I funerali si svolgeranno probabilmente mercoledì presso la chiesa parrocchiale di Silea.

IL RICORDO DEL FIGLIO
ALESSANDRO SU FACEBOOK
"Grazie papà perché so che molto di te ora rivive in me"

Ciao Papà! Grazie di tutto. Grazie davvero. Perché quando avevo bisogno di te ci sei sempre stato! Papà mi porti di qua? Papà mi aiuti a fare questo? Papà papà papà quante volte e tu sempre ad aiutarci! Ad ogni mia partita tu c'eri sempre. Vincere o perdere non importava "dai Ale che beviamo una birretta"(cercando di non farsi vedere dalla mamma..)La gioia di vedere tuo figlio giocare e divertirsi, fare due ciacole in compagnia era tutto ciò che ti importava. Ogni giorno da 20 anni eri al campo di rugby di Silea, il tuo piccolo regno! La tua seconda casa!!Ed ogni anno dicevi che era l'ultimo..ma alla fine non resistevi senza perché ci tenevi troppo all'erba del campo, agli spogliatoi in ordine, alle maglie pulite.. Avevi sempre un sorriso e una battuta per tutti!! Poi a volte ti incazzavi borbottavi ma dopo 10 minuti ti passava!! Grazie papà perché so che molto di te ora rivive in me. Ancora non mi rendo conto che non ci sei più. Quante volte prendevi sonno in divano russando e io ti rubavo il telecomando e zac cambiavo canale skysport e tu immancabilmente ti svegliavi e ti incazzavi perché guardavo un canale diverso e io ti dicevo "ma stai dormendo e russando!!" E tu "no non è vero! Gira basta con sto casso de sport". E prendevi sonno subito dopo! Mi vengono in mente così tanti episodi, momenti, ricordi, fatti di 33 anni vissuti assieme che non si può non piangere. E adesso te ne vai con un ultimo gesto: donando gli organi. Perché questa è stata la tua vita: dare dare dare tutto te stesso per gli altri! Ti mando il mio ultimo abbraccio Papà. Ti voglio bene, e sono fiero di te e spero che tu lo sarai sempre di me. Ci pensiamo noi a prenderci cura della mamma adesso! E ricorda che quando un giorno ti raggiungerò lassù.. Il telecomando è mio!!! Perché tanti hanno avuto un padre.. ma io ho avuto un Papà con la P maiuscola!