Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Montebelluna, i carabinieri hanno rinvenuto, dissotterrate, granate e altre bombe

CECCHETTO ╚ FUORI PERICOLO, UN ARSENALE NEL GIARDINO DI CASA

Il 44enne sabato era stato ferito dall'esplosione di un ordigno bellico


MONTEBELLUNA - Stefano Cecchetto, il 44enne di Caonada che sabato scorso era rimasto gravemente ferito nell'esplosione di un ordigno della prima guerra mondiale su cui stava armeggiando, è stato dichiarato fuori pericolo dai medici del Ca' Foncello. L'uomo, già sottoposto ad un'operazione chirurgica, si era procurato lesioni gravi al collo e alla mano sinistra.
I carabinieri di Montebelluna, ispezionando l'abitazione dell'uomo con l'ausilio degli artificieri del 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, hanno rinvenuto altri ordigni simili a quello che accidentalmente il 44enne ha fatto esplodere. Si tratta di armi e munizioni da guerra, tutti risalenti al primo conflitto mondiale, che erano nascoste in un anfratto nel giardino di casa dell'uomo, in via Cal di Mezzo a Caonada. La bonifica dell'abitazione del giardino è proseguita per tutta la giornata di oggi. Sono state portate via dagli artificieri: una granata modello lungo, quattro granate modello corto, tutte da 149 mm, una granata da 120 mm, una cartuccia modello "Very" ed una bomba a mano modello M16. L'episodio che ha provocato il ferimento di Cecchetto è avvenuto alle 16.30: l'uomo, stando a quanto sono riusciti a ricostruire i carabinieri, stava tentando di aprire l'ordigno utilizzando un flessibile. Il 44enne, grande appassionato di armi, era già stato arrestato dai carabinieri di Montebelluna nel luglio del 2012 sempre in seguito ad un suo ferimento, dovuto all'esplosione di un proiettile di fucile della Grande Guerra che stava armeggiando (aveva dato alcuni colpi di martello ad un proiettile cal. 7.35 di un Moschetto 1981). All'epoca furono lievi le lesioni riportate dal 44enne (alla mano, all'avambraccio e al torace) che dopo alcuni giorni di ricovero in ospedale a Montebelluna potè fare ritorno a casa, a regime di arresti domiciliari; i militari giunti sul posto sequestrarono e consegnarono al Genio civile un ampio quantitativo di materiale bellico ed in particolare un ordigno da mortaio e tre spolette esplosive per obice. Per quell'episodio il 44enne venne condannato a nove mesi di reclusione.