Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Treviso, sit-in in piazza: "Dal governo molti annunci, ma nessun passo concreto"

IN PENSIONE UNO SU CINQUE, RISCHIO PARALISI NEI COMUNI

L'allarme dei sindacati trevigiani del pubblico impiego



TREVISO -
(mz) Il 20% del personale di Comuni ed enti locali della Marca andrà in pensione nei prossimi due o tre anni. A stimare l'esodo di massa sono i sindacati trevigiani del pubblico impiego. Chiare le ragioni: se in passato molti dipendenti rimanevano al lavoro anche dopo aver maturato il minimo per la quiescenza, assicurando così un passaggio più scaglionato, ora la stragrande maggioranza se ne va appena raggiunti i requisiti nel timore che le “finestre” possano chiudersi definitivamente, a causa delle continue riforme previdenziali. Con una cospicua fetta di dipendenti ormai prossimi al limite minimo nel prossimo biennio unita al blocco del turn-over e ai vincoli finanziari delle amministrazioni, il rischio secondo le organizzazioni sindacali è di una vera e propria paralisi. “Per il comune di Treviso, che ha quasi 600 dipendenti, il colpo sarà pesante, ma in qualche modo può essere fronteggiato – spiega Roberto Meneghello, della Uil Flp -, ma la media degli altri comuni della provincia ha dai 20 ai 30 addetti: se vanno via in 4 o 5, interi uffici rischiano di essere scoperti”. La sostituzione con nuovi impiegati, peraltro, non è così automatico: anzi, negli ultimi anni, è venuto a mancare proprio quel periodo di affiancamento tra “vecchi” e “neofiti” che consentiva il naturale passaggio di competenze. Sempre che le assunzioni vengano effettuate davvero: finora, lamentano i sindacati, gli annunci del governo sono rimasti tali, senza tramutarsi in azioni concrete. Mentre la spending review e i tagli agli organici, attacca Ivan Bernini, segretario della Fp Cgil, non hanno toccato categorie come la magistratura, gli alti gradi della forze armate, l'avvocatura dello Stato. I rappresentanti dei lavoratori del pubblico impiego della Marca si sono ritrovati questa mattina in piazza Aldo Moro, per un sit-in di protesta contro la situazione. Ma anche per ribadire le loro proposte, a partire, come spiega Valeria Nassuato, della Fp Cisl, da una possibile maggiore flessibilità nei pensionamenti.