Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Allagati zona Ghirada, quartiere di Santa Bona e sottopasso di via Sarpi e l'ospedale

VIOLENTO TEMPORALE A TREVISO: LA PIOGGIA HA PARALIZZATO LA CITTÀ

Colpiti anche i comuni di Conegliano, Motta di Livenza e Gaiarine


TREVISO – (gp) Le previsioni lo avevano detto chiaramente: Treviso rischiava di essere inondata da un violento temporale estivo. E così è stato. A partire dalle 20.30 la Marca è stata colpita da un violentissimo nubifragio che ha mandato in tilt non solo il traffico, ma anche le centraline dell'Enel e i collegamenti telefonici. Un blackout di pochi minuti, subito ripristinato (a differenza dei telefoni che in alcune zone risultano staccati), non appena la violenza della precipitazione si è esaurita. Mezz'ora di pioggia, e fortunatamente non di grandine, che ha comunque allagato le zone critiche della città: via Ghirada, il quartiere di Santa Bona e il sottopasso di via Sarpi. Situazione che è rientrata nel giro di una decina di minuti lasciando però danni evidenti. Su tutti quelli a due auto parcheggiate all'interno dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso, di proprietà di due pazienti in dialisi, che sono state colpite da due alberi caduti a causa del forte vento. E' andata peggio però nei comuni di Conegliano, Motta di Livenza e Gaiarine. I vigili del fuoco hanno operato infatti 30 interventi nella notte, per rimuovere ostacoli vari come lamiere o rami. Numerosi sono stati infatti i tagli di piante pericolanti in tutta la provincia, a quali si aggiungono i sopralluoghi ad Altivole per un semaforo pericolante e a Postioma per una verifica legata al monossido di carbonio in un'abitazione.



Roberti: "Grazie agli operatori
dell'Ulss9 e ai vigili del fuoco"

Il direttore generale: "L'attività generale non ha risentito del maltempo"

“Grazie di cuore a tutti gli operatori che sono intervenuti in seguito al nubifragio che ieri sera ha coinvolto il Ca’ Foncello, consentendo la regolare prosecuzione di tutti i servizi ospedalieri”. Con queste parole il Direttore generale Giorgio Roberti, ringrazia il nutrito gruppo di dipendenti dell’Azienda Ulss 9 ed i Vigili del Fuoco intervenuti, grazie la cui opera si è provveduto a rimediare subito ai danni causati dall’evento atmosferico evitando ogni ripercussione sulle attività sanitarie. Oltre al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco c’è stato un notevole impegno di personale della Direzione Sanitaria, del Servizio Tecnico, dei vari Reparti che insieme a quello di alcune imprese esterne intervenute per le pulizie e l’impiantistica hanno lavorato fino alle 3 di notte. Oltre al personale normalmente in servizio a quell’ora, la nottata ha visto specificatamente impegnate circa 30 persone. “Ieri sera – spiega Roberti – abbiamo registrato in seguito al nubifragio alcuni allagamenti di non grossa entità che hanno interessato l’ingresso dell’Ospedale Ca’ Foncello ed alcune altre zone. Un allagamento, anche se modesto, in un ospedale non è mai banale se si pensa alla tecnologia attiva ed alla presenza di pazienti e visitatori e richiede particolare tempestività: l’attività sanitaria non ha risentito dell’evento. Contemporaneamente, un albero del giardino è caduto danneggiando alcune vetture nel parcheggio riservato ai pazienti in dialisi. La gratitudine dell’Azienda Ulss 9 va al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco e delle imprese intervenute per il risanamento dei locali e l’impiantistica che accanto al nostro personale hanno lavorato ininterrottamente fino alle 3 del mattino assicurando la messa in sicurezza e provvedendo al ristabilimento della normalità nella struttura. Perfino l’albero caduto è stato sezionato e rimosso subito in serata in modo che il parcheggio riservato ai dializzati non smettesse, neanche temporaneamente, di essere assicurato ai pazienti in un così delicato ambito. Ritengo doveroso un grazie a tutti gli intervenuti ed il mio apprezzamento a nome dell’Azienda per tutti quei professionisti e operatori che si sono adoperati, senza limiti di orario, dimostrando dedizione e attaccamento al servizio a cui sono chiamati a favore della collettività”.