Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'intervista ad Angela Stoppato, titolare dell'Hotel Terme Preistoriche

JAZZ BY THE POOL, A MONTEGROTTO ANCHE IL PIANISTA URI CAINE

Il programma del festival, dall'11 luglio al 12 settembre


MONTEGROTTO TERME - Ascoltare le note di alcuni dei grandi nomi della scena jazz nazionale e internazionale immersi nelle acque termali con la cornice naturale dei Colli Euganei a fare da sfondo. Torna Jazz by the Pool, la rassegna jazz organizzata dall'Hotel Terme Preistoriche di Montegrotto Terme che si svolgerà dall’11 luglio al 12 settembre. Nato nel 2009, un po’ per gioco, da una scommessa di Angela Stoppato, titolare dell’Hotel Terme Preistoriche, il Festival Jazz by The Pool è diventato nel corso degli anni un evento di rilievo internazionale.
Anche questa sesta edizione non tradirà le attese della vigilia: in calendario, nel parco delle Piscine Preistoriche di Montegrotto nove concerti di grande musica dal vivo che avranno ospite, tra gli altri, il grande compositore e pianista statunitense Uri Caine. Ma anche un occhio di riguardo riservato alle giovani promesse del jazz.
Innovativa la formula multisensoriale alla base di ogni serata, che combina musica, benessere e gusto, con la possibilità di concedersi un aperitivo o una cena a buffet sicuramente unici, e “farsi cullare” oltre che dalle note, anche dall’idromassaggio della piscina.
Con la titolare Angela Stoppato, abbiamo parlato del senso e del valore della promozione culturale anche dal punto di vista del richiamo turistico.

IL PROGRAMMA
Quest’anno interamente internazionale, in ogni sua data, JBTP si apre l’11 luglio con il Brasile, la cui musica è perfettamente coeva al jazz, stesso anno di nascita e stesse radici di felici mescolanze culturali bianche e nere, anche se nate da incontri tristemente forzati. «È l’anno del gigante tropicale – precisa il direttore artistico - grazie al calcio, e JBTP non poteva lasciarsi sfuggire l’occasione di parlarne, ma a modo suo, visto che il progetto di Sandy Müller ci porta alle immagini molto meno stereotipate del consueto, quelle di uno dei grandissimi di quel Paese, Noel Rosa, che canta una Rio sconosciuta agli europei. C’è un’altra scommessa di JBTP, quella sui giovani, attraverso il concorso a loro dedicato che si svolge in contemporanea, all’apertura di ogni serata. Il livello dei partecipanti è molto buono e il vincitore, di conseguenza, è un gruppo che vale la pena di ascoltare e quello che vinse nel 2013, Jatzt! Trio, dalla Germania, lo troviamo il 18 luglio, la settimana prima di un trio di tutte stelle del jazz...
La sera del 25 luglio si sposano infatti Italia, Brasile e Argentina grazie a Rosario Bonaccorso, Roberto Taufic e Javier Girotto, tutti riconosciuti fra i grandi interpreti dei loro rispettivi strumenti, con i quali ci porteranno in viaggio attraverso i loro ma anche altri paesi del mondo, come avviene nel più recente Cd di Rosario, uno delle decine e decine dei quali sono autori i tre».
Altrettanti sono i dischi in cui troviamo, l’ 1 agosto, i tre del gruppo di Luigi Tessarollo, formazione inconsueta, in cui alla sua chitarra si affiancano l’apprezzatissimo organo Hammond di Alberto Gurrisi e la solida batteria di Enzo Zirilli.
«Agosto è il mese in cui arriva un’altra formazione particolare, tromba/vibrafono/batteria, ed è il mese in cui, venerdì 8, la rassegna prende la sua strada propositiva, apre a nuovi ascolti grazie al progetto Circolar E-Motion in cui milita Rob Mazurek, miglior artista mondiale del 2012 secondo la rivista Musica Jazz, voluto dal batterista di casa Enzo Carpentieri, insieme a Pasquale Mirra che completa il trio con il suo vibrafono. Sicuramente – aggiunge il direttore artistico Peruzy - gli appassionati non mancheranno di apprezzare e i nuovi ascoltatori saranno curiosi di approfondire gli argomenti musicali proposti dal trio ma anche dal gruppo del vincitore del premio miglior talento nazionale emergente 2013 per il mensile Musica Jazz, il pianista Alessandro Lanzoni, promessa ormai già mantenuta della musica afroamericana. Nel suo trio, il 22 agosto, con Gabriele Evangelista e Bernardo Guerra, ci sarà un ospite di riguardo dagli Usa, il sassofonista Dan Kinzelman, compaesano del pianista Uri Caine, la stella più brillante della rassegna per la grande fama mondiale di cui gode da molto tempo, per i successi di critica e di pubblico, per i premi, per gli apprezzatissimi dischi e concerti in ogni parte del mondo, ogni tipo di formazione e di genere, o quasi, vista la sua frequente incursione nella classica, interpretata a modo suo, come tutto il resto, ovviamente. Questa volta, il 29 agosto, il già direttore della Biennale Musica di Venezia ci propone il progetto Callithump, da solo con il suo magico strumento.
Il jazz non ci abbandonerà nemmeno in settembre e infatti il 5 troveremo un gruppo che continua a ben rappresentare il carattere internazionale e di mescolanza della rassegna. Sono i Trempera, di varia provenienza, ma che operano prevalentemente in Olanda, da cui arrivano per merito della collaborazione con il Conservatorio di Amsterdam». La chiusura della rassegna è affidata il 12 settembre Gianluca Petrella, un altro grandissimo musicista, pluripremiato – ad esempio come miglior talento nazionale emergente nel 2006 e 2007 – e tenuto in grande considerazione in ambito internazionale.

Il programma delle serate prevede l’ingresso dalle 19, seguito dall’aperitivo alle 20 e dalla cena a buffet. Alle 21.30 l’esibizione dei finalisti di Jazz by The Pool Competition, alle 22 il concerto clou della serata. Gli spettatori possono scegliere tra diverse formule e diverse fasce di prezzo, i biglietti sono comprensivi di libero accesso alle piscine termali con idromassaggio e cascate cervicali, oltre all’utilizzo della sauna o del bagno turco: 20 euro per il concerto, 35 euro per gli ingressi comprensivi di cena, 52 euro per la permanenza giornaliera in piscina, la cena e il concerto, 89 euro per un pacchetto speciale che comprende anche un trattamento gourmet spa. Mentre per chi volesse ascoltare un po’ di buona musica senza portare il costume, l’ingresso a partire dalle 22 è
di € 10 (ad esclusione della serata del 29 agosto che verrà € 15).
Gli eventi si terranno anche in caso di maltempo, è gradita la prenotazione per la cena.