Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Totera presidente, entrano in consiglio Quercia, Pini e Schettino

IL NUOVO TREVISO CALCIO PUNTA ALL'AZIONARIATO DIFFUSO

Presentati assetto societario e squadra per la prossima stagione


TREVISO - Svelato il nuovo Treviso calcio 2014-15. Nuovo, innanzitutto, l'assetto societario: alla presidenza l'avvocato Marcello Totera. Lo affiancheranno alcuni nuovi soci: il vicepresidente Andrea Quercia, medico castellano (il padre è stato medioc sociale del Treviso) e i consiglieri Paolo Pini, imprenditore nel settore biomedicale, e Gerardo Schettino, già nel Treviso ai tempi di Setten. Walter Frandoli si occuperà del settore giovanile. Confermato Leandro Casagrande, come segretario - tesoriere, mentre ha già inziato ad operare il direttore sportivo Roberto Tonicello. Nuovo il responsabile medico, il dottor Federico Pasteur. Il progetto, però, è quello di dar vita ad un azionariato ampio, con la partecipazione di molti piccoli soci, imprese o persone fisiche e con il sostegno di un paio di sponsor importanti: il primo è la Segrafredo Zanetti, il cui marchio comparirà ancora sulle maglie, per il secondo sono in corso contatti. Potrebbe ad esempio essere la ProGest di Bruno Zago, che ha già fornito un contributo. Il modello è quello del Calcio Bassano o del consorzio Universo Treviso, creato nel basket. Invariato anche lo staff tecnico, con l'allenatore Davide Tentoni, il suo vice Stefano Realini e il preparatore dei portieri Tito Tonella. Molte conferme anche nella squadra: della rosa della passata stagione, rimarranno in otto: Bortolin, Ton, Orfino, Zamuner, Pilotto, Del Papa, Marangon e Mensah. Per Gnago, Dal Compare, Fonti e Livotto devono essere definiti ancora alcuni dettagli, ma il diesse Tonicello conta di chiudere entro due, massimo tre giorni. A questi si aggiungono i nuovi acquisti: Antonio Lazzari, Damiano Mason, Riccardo Minto e Andrea Campagnolo, nonchè gli ultimi due annunciati, i fratelli Gregorio (1992) e Tiberio (1996) Granati, entrambi prodotti del vivaio biancocelesti. Mancano ancora due o tre pedine per completare la rosa, prevista di 21-22 elementi. Raduno fissato il 28 luglio, con le prime due amichevoli contro due formazioni di serie D: Montebelluna e Chioggia. Riguardo alle giovanili, si procederà con la rifondazione: alla juniores verrà aggiunta la squadra allievi, oltre alla scuola calcio. Per questa è stata avviata una collaborazione con Gaetano D'Agostino, giocatore professionista (Roma, Udinese in serie A) ed anche in nazionale, e la struttura da lui fondato a Firenze.
Questione campi: sicuro il Tenni, le nuova dirigenza punta a poter utilizzare gli impianti di Lancenigo per gli allenamenti e le giovanili, dando vita ad una piccola cittadella biancoceleste. Nei prossimi giorni è in programma una riunione sull'argomento con il Comune (a cui, in seguito alla riforma che ha abolito le Province, è passata la gestione del complesso).