Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lo spettacolo musicale dei Jashgawronsky Brothers, tra invenzione e riciclo

"TRASH!" LA MUSICA RICAVATA DAI RIFIUTI

Appuntamento sabato 12 luglio nella Villa Lattes di Istrana


ISTRANA - “Trash!” si chiama lo spettacolo che gli Jashgawronsky Brothers proporranno, per la rassegna Teatro in Villa, sabato 12 luglio, ore 21.15, al parco Villa Lattes di Istrana, o in caso di maltempo nella barchessa coperta di Villa Lattes. Una riscoperta delle proprie origini. Come? Con un ritorno ai rifiuti, dai quali hanno sempre ricavato musica e suoni, fedeli alla filosofia del “non si butta via niente”.
Si parla tanto di riciclo, raccolte differenziate e gestione rifiuti, gli Jashgawronsky lo fanno in musica: cercando di fare un po’ di pulizia, gli Jash producono un vero e proprio concerto eseguito con oggetti e strumenti ricostruiti o destinati a finire nella spazzatura. Così i più grandi successi pop vengono eseguiti con una chitarra ricavata da un water, le melodiche suonate con pompe da materassini, le colonne sonore con maiali d’autogrill e il punk eseguito con quattro ukulele. Uno spettacolo adatto a tutte le età con diverse chiavi di lettura che non smette di stupire e divertire.
Uno show dove l’invenzione diventa musica e l’essenza del clown moderno riporta ad una
dimensione fantastica ciò che in realtà è uno scarto. Nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma e in fondo è ciò che è successo anche agli Jashgawronsky Brothers: una famiglia che ha fatto del rifiuto una ragione di vita.
Da quando hanno messo piede più di dieci anni fa, timidamente, nel mondo dello spettacolo, gli Jashgawronsky ne hanno fatta di strada. Partiti dall'orfanotrofio di Yerevan nella lontana Armenia e approdati in occidente, hanno iniziato a girare l'Europa con i loro strumenti inventati e ricostruiti con materiale da riciclo. Una musica povera di risorse ma ricca d'ingegno, che ha fatto innamorare mezzo mondo come del resto i caratteri di questi straordinari fratelli, stralunati e ingenui fino al parossismo. Oggi gli Jash sono diventati una realtà ben consolidata nel panorama della comicità in musica.

Ingresso unico € 8
info@omonero.it