Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Trevignano, sfondata una recinzione, si indaga per un furto su commissione

LADRI DI PANNELLI FOTOVOLTAICI MAXI-COLPO DA 100MILA EURO

Ladri sul tetto dell'azienda agricola "Gloria" di via Cavalli


TREVIGNANO - (NC) Centoventi pannelli fotovoltaici smontati dal tetto su cui erano installati, caricati su un furgone o un camion e portati via per essere rivenduti, forse all'estero: un bottino di oltre 100mila euro. Colpo dei ladri, nella notte tra giovedì e venerdì, presso l'azienda agricola “Gloria” di via Cavalli, nelle campagne di Trevignano. Il proprietario, Vittorio Merlo, ha scoperto l'ammanco solo ieri poco dopo le 12 quando si è recato presso l'allevamento per un controllo: sconsolato, non ha potuto far altro che contattare i carabinieri di Montebelluna, impegnati ora nelle indagini sul maxi-furto. I ladri, stando ad una prima sommaria ricostruzione da parte degli investigatori, hanno aggirato l'area e l'ingresso principale precorrendo con il proprio mezzo una stradina secondaria sterrata che costeggia l'azienda. Siamo in una zona buia, isolata e disabitata: quasi impossibile essere visti o notati da qualcuno. I malviventi (probabilmente nei giorni precedenti al furto hanno effettuato dei sopralluoghi sul posto per studiare a fondo la situazione della zona) hanno sfondato una recinzione, sono saliti sul tetto e qui, muniti di attrezzi e probabilmente torce elettriche, hanno cominciato a lavorare, si fa per dire, forse per alcune ore. Indisturbati. “Devono essere state parecchie persone -racconta Vittorio Merlo- hanno smontato 120 pannelli fotovoltaici dei 780 presenti”. L'impianto completo, fortunatamente assicurato per questo tipo di episodi, era stato installato dall'azienda nel 2010 e finora non si erano mai verificati furti di sorta. Del resto nessuno poteva ipotizzare un furto di questo genere all'allaevamento di Vittorio Merlo. Probabilmente, ma questa è per ora solo un'ipotesi investigativa, si tratterebbe di un furto su commissione: i pannelli potrebbero essere destinati alla vendita sul “mercato nero”, forse anche all'estero. Già nei prossimi giorni potrebbero ricominciare i lavori di ripristino del danno provocato dall'incursione dei malviventi. Nel frattempo i carabinieri visioneranno le telecamere presenti in zona a caccia di indizi utili per le indagini.