Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Carbonera, indagine dei carabinieri, fermato a Padova il 41enne Salem Ben Ali

FERMATA AL CASELLO CON MEZZO KG DI EROINA: MANETTE ANCHE AL GROSSISTA

In aprile l'arresto di Laura Caparco e del marito algerino, Nasser Khelfi


CARBONERA - (NC) Lo scorso 16 aprile i carabinieri del nucleo investigativo di Treviso avevano arrestato per spaccio di eroina due coniugi, Nasser Khelfi, algerino di 41 anni e la moglie Laura Caparco 57enne di origini campane. All'interno della loro abitazione di Carbonera i militari sequestrarono mezzo kg di eroina per un valore di circa 30mila euro: la droga era destinata ai tossicodipendenti della provincia. La donna, incaricata dei “rifornimenti”, venne bloccata al casello di Treviso nord, di ritorno da Padova. Per lei si aprirono le porte della Giudecca in cui è ancora rinchiusa mentre il marito venne arrestato ed in seguito scarcerato. La coppia, entrambi disoccupati, aveva come unico sostentamento lo spaccio di eroina: grazie a questo business erano riusciti ad avere un'abitazione di proprietà e di recente avevano acquistato una Fiat 500 L, del valore di circa 20mila euro. Gli investigatori, proseguendo nell'indagine, hanno identificato ed arrestato su ordinanza del gip del tribunale di Treviso anche l'uomo da cui Laura Caparco si riforniva. Si tratta di un 41enne marocchino, residente a Padova: Salem Ben Ali. La nuova ordinanza del giudice ha portato nuovamente dietro alle sbarre anche il marito della 57enne.