Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pubblicato il bando per la cessione al miglior offerente

AL VIA LA VENDITA DI NES E ISTITUTO DI VIGILANZA COMPIANO

Dovranno essere assunti almeno 300 addetti, fidejussione di 3 milioni


TREVISO - Al via la vendita di North East Services e l'Istituto di vigilanza Compiano: il commissario Sante Casonato, a cui è stata affidata l'amministrazione straordinaria della due società travolte da buchi milionari, ha pubblicato i bandi per la cessione dei rami vigilanza e televigilanza. La prima condizione , dunque, sarà acquisire entrambe le imprese, dovrà assorbire almeno gli attuali 300 dipendenti dei due segmenti e dovrà mantenere la struttura almeno un biennio. In vendita ci sono le attività, i contratti in essere e i beni mobili delle due aziende: esclusi invece gli immobili e partecipazioni, ma anche i debiti. Non è stata fissata una base d'asta, ma, nel formulare la propria offerta, gli interessati dovranno tenere conto, oltre alle retribuzioni degli occupati, anche di una fidejussione da tre milioni di euro, da versare alla firma del contratto di cessione. Dunque, entro mezzogiorno del 6 agosto gli aspiranti acquirenti (solo società di capitale) dovranno manifestare il proprio interesse (nei mesi scorsi, si erano fatti avanti in una decina per Nes), illustrando le motivazioni per l'acquisto, la propria azienda e, a richiesta, fornendo anche garanzie bancarie. Sarà il commissario a valutare i requisiti e comunicare, entro tre giorni, chi, a suo insindacabile giudizio, è ammesso alla fase due. Ovvero, potrà avanzare l'offerta vera e propria. Dopo aver potuto visionare i conti e le stime dei beni, i partecipanti dovranno presentare un piano industriale articolato, con la previsioni dei ricavi e dimostrando di poter sostenere l'investimento. Nonchè allegare due assegni circolari da 250mila euro ciascuno come caparra (restituiti in caso di non aggiudicazione). Le buste dovranno pervenire non oltre le 18 del 28 settembre. Ad ogni proposta verranno attribuiti 30 punti per i contenuti tecnici (dieci ciascuno per numero di dipendenti assunti, per la sostenibilità del piano imprenditoriale, per l'affidabilità finanziaria dell'offerente), 70 punti invece vale l'importo offerto.