Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, il denaro sarà investito per sistemare le strade provinciali di competenza

UFFICIALE: LA PROVINCIA CEDE LE SUE QUOTE DI AUTOVIE VENETE

Si tratta di un tesoretto di oltre 176mila euro, pubblicato il bando


TREVISO - Come annunciato dal presidente della Provincia Leonardo Muraro a inizio anno e poi ratificato dal consiglio provinciale lo scorso 9 aprile, la Provincia mette in vendita le proprie quote di Autovie Venete Spa. Oggi la pubblicazione del bando di gara sul sito www.provincia.treviso.it. “La decisione era stata presa da tempo e il Consiglio Provinciale l'aveva ratificata ad aprile – spiega il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro – Nell'ottica che gli enti locali debbano liberarsi di tutte quelle partecipate o di quelle agenzie che non sono più funzionali all'erogazione dei servizi o allo svolgimento delle proprie mansioni, ci siamo ormai resi conto che la partecipazione ad Autovie Venete non ha più i presupposti sulla quale era fondata. In un momento storico come questo, gli oltre 176.000 euro di quota sono senza dubbio un piccolo tesoretto che può e deve essere utilizzato per il bene dei nostri cittadini, per sistemare le strade provinciali e continuare a garantire la sicurezza dei servizi che la Provincia ogni giorno eroga, in barba a chi pensa che l'ente sia finito. I governi Monti e Renzi ci hanno tolto ormai qualsiasi possibilità di investimento e queste sono le decisioni che dobbiamo prendere per un senso di responsabilità. Siamo consapevoli che la nostra partecipazione non è determinante, ma sappiamo anche cosa succede sulle strade provinciali quando gli incidenti sull'A4 e i ritardi nella mancata realizzazione della terza corsia, riversano ingenti quantità di traffico nelle nostre arterie. A questo punto, preferisco investire su quelle, garantendo la sicurezza dei trevigiani”.