Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Castelfranco, indagine dei carabinieri: ora a rischio centinaia di clienti dei distributori

MICRO-CAMERE NELLE COLONNINE DEI SELF SERVICE: DUE ARRESTI

In manette banda di clonatori, agivano tra la Marca, Padova e Vicenza


CASTELFRANCO - Clonavano le carte di credito o le tessere bancomat che centinaia di ignari cittadini utlizzavano per fare rifornimento di benzina o gasolio nelle stazioni di servizio della Castellana ma anche delle province di Padova e Vicenza. Sgominata dai carabinieri di Castelfranco (nel video il comandante della Compagnia, Salvatore Gibilisco) una banda composta da tre cittadini romeni residenti a Camisano Vicentino: si tratta di Bogdan Duca, 31 anni, Emanuel Nichita, 32 anni, entrambi arrestati (nelle foto in basso: da sinistra Nechita e Duca) e ora reclusi nel carcere di Padova, mentre un 35enne e' stato denunciato. Il terzetto, stando alle indagini dei carabinieri, installava microcamere, lettori di tessere, memorie in cui immagazzinare i dati e perfino microfoni, nelle colonnine dei self service tra le province di Treviso, Padova e Vicenza. Le manomissioni avvenivano solitamente di notte: in seguito, dopo alcune ore, i clonatori tornavano per disinstallare il dispositivo. In seguito, grazie ai dati raccolti, la banda aveva gioco facile nel clonare le tessere per fare acquisti in rete o svuotare i conti correnti. Il sospetto degli investigatori è che il terzetto possa aver clonato oltre un centinaio di tessere: le prime denunce di “strani ammanchi” nei conti correnti stanno arrivando proprio in questi giorni. Ne seguiranno probabilmente altri nelle prossime settimane. L'indagine era partita lo scorso 25 giugno a Castelfranco: due componenti del gruppo erano stati fermati per un normale controllo nei pressi del distributore Q8, lungo la Circonvallazione. Gli stranieri erano in possesso di arnesi da scasso che sarebbero serviti per manomettere la colonnina del self service e installare i dispositivi-spia. Per oltre un mese i carabinieri hanno seguito passo passo i loro movimenti fino a due notti fa, quando è scattato il blitz. I due arrestati sono stati bloccati a Villafranca Padovana due notti fa: avevano poco prima manomesso la colonnina self di un distributore. Presso la loro abitazione, in cui vive anche il terzo complice, è stato sequestrato vario materiale informatico, un vero e proprio “laboratorio” e vari capi d'abbigliamento, profumi e orologi di valore. La merce, di ingente valore, sarebbe frutto delle clonazioni messe in atto dalla banda. di Nicola Cendron