Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/204: TERZO "RITORNO" PER TIGER WOODS

Al Genesis Open non passa il taglio, vince Bubba Watson


TREVISO - È il terzo riscontro alla ripresa di Tiger Woods, forse il decisivo, dopo la lunga assenza seguita ai due interventi chirurgici. Il Genesis Open, torneo del PGA Tour, si disputa sul percorso del Riviera CC, a Pacific Palisades in California. Lo ha combattuto undici volte senza mai...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Inutili i tentativi di rianimarlo, salma recuperata con un verricello di 50 metri

SCIVOLA MENTRE FA CANYONING E ANNEGA, MORTO 39ENNE PERUGINO

L'incidente dovuto forse a un malore è accaduto in Val Zemola


ERTO-CASSO - Un trentanovenne di Spello, Perugia, ha perso la vita nella forra della Val Zemola, nel torrente che stava ridiscendendo assieme ad altre persone impegnati nell'attività sportiva di Canyoning. Da una prima ricostruzione, il gruppo si trovava nella parte iniziale, dove, dopo una serie di scivoli c'è da superare un salto di alcuni metri. In quel punto l'uomo è scivolato finendo nella pozza sottostante resa molto acquatica dalle recenti piogge. Per motivi in fase di accertamento, il torrentista, forse per un malore è stato spinto sott'acqua dalla corrente, incapace di sollevarsi all'esterno e un suo compagno si è tuffato per cercare di aiutarlo. Mentre scattava l'allarme al 118 pochi minuti dopo le 14, non appena l'uomo è stato estratto dall'acqua, i presenti gli hanno subito praticato le manovre di rianimazione, portate successivamente avanti dal medico e dal tecnico del Soccorso alpino dell'equipaggio del Suem di Pieve di Cadore, sbarcati nelle vicinanze con un verricello di 60 metri. Purtroppo nulla si è potuto. Sul posto anche le squadre del Soccorso alpino di Val Cellina e Longarone. Ottenuto il nulla osta dalla magistratura per la rimozione, la salma è stata ricomposta, imbarellata e recuperata con un verricello di 50 metri, per essere trasportata al campo sportivo di Erto, dove si trovavano i carabinieri, e affidata al carro funebre. I compagni dell'uomo sono quindi rientrati con i soccorritori.