Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

E' stato primario di chirurgia generale, toracica e dei trapianti

IL DOTTOR GIUSEPPE DI FALCO LASCIA L'OSPEDALE CA' FONCELLO

Dopo una carriera di quasi 40 anni ha raggiunto la pensione


TREVISO - Una figura simbolo della sanità trevigiana lascia l’ospedale; dopo quarant’anni al Ca’ Foncello, il dottor Giuseppe Di Falco ha raggiunto la pensione. Primario di Chirurgia Generale, Toracica e dei Trapianti e Direttore del 1° Dipartimento di Chirurgia con attività programmabile, iniziò la sua carriera a Treviso nel 1975 come assistente. In quasi quattro decenni ha contribuito in modo determinante all’affermazione dell’eccellenza sanitaria trevigiana. Il Direttore generale, dottor Giorgio Roberti, esprime tutta la gratitudine e l’apprezzamento dell’Azienda Ulss 9. Con il giorno 20 luglio, il dottor Giuseppe Di Falco ha chiuso la sua attività professionale al Ca’ Foncello. Arrivò nel 1975 - giovane chirurgo laureato col massimo dei voti e la lode - prendendo servizio come assistente. Dopo due anni era già diventato aiuto e nel 1991 gli veniva conferito l’incarico di primario. Negli anni sotto la sua guida, la III. Chirurgia dell’Ospedale di Treviso subì un notevole impulso affermandosi a livello nazionale e stringendo legami proficui con alcuni tra i maggiori centri internazionali. Di Falco, infatti, oltre ad essere specializzato in Chirurgia generale a Modena, in Chirurgia Oncologica a Napoli ed in Chirurgia Toracica a Padova, fin dall’inizio della professione ha frequentato alcuni tra i più qualificati ospedali internazionali negli Stati Uniti (tra cui Massachusetts General Hospital di Boston, Memorial Sloan-Kettering di New York, Presbyterian Hospital di Pittsburgh), in Inghilterra (St. Mark’s Hospital di Londra), in Giappone (tra cui Toranomon Hospital e Kyorin University di Tokyo) e in Germania (Università di Hannover e Università di Ülm). Nel 1999 la Direzione generale gli ha conferito anche l’incarico di Direttore di Dipartimento. “Quarant’anni in Azienda sono un importante traguardo e possiamo dire che il dr. Di Falco ha veramente segnato un’epoca per il Ca’ Foncello – sottolinea il Direttore generale, dottor Giorgio Roberti -. Ha guidato uno dei nostri reparti di punta in anni di grande evoluzione. Se da un lato sono stati anni contrassegnati da una rivoluzione tecnologica dall’altro va a lui riconosciuto il merito di aver saputo cogliere e dare una attuazione a tutte le nuove sfide che si sono presentate. Non solo dal punto di vista clinico ma anche organizzativo. Penso all’impulso notevolissimo che ha dato nella Day Surgery, cambiando completamente l’approccio dei pazienti verso l’intervento chirurgico ma anche il rapporto tra l’attività ospedaliera e la medicina territoriale. In azienda è stato tra i primi, inoltre, ad intuire la rilevanza dei percorsi multispecialistici divenendo tra i protagonisti del Gruppo di Chirurgia Toracica” in sinergia con la Pneumologia. “Sento di ringraziare a nome di tutta l’Azienda e tutta la sanità trevigiana il dr. Di Falco – prosegue Roberti -. Un grazie per questi quarant’anni di grande impegno e dedizione. Impegno che ha saputo dimostrare non solo in ambito clinico ma anche nei rapporti e nella comunicazione con i pazienti. Sono certo che alla Fondazione Banca dei Tessuti di Treviso, dove è stato nominato presidente, potrà continuare ad essere ancora risorsa, ma il Ca’ Foncello saluta una sua colonna, un validissimo chirurgo ed un grande professionista”.