Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Cherv˛ il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Grigoletto: "Se dovesse esserci danno erariale, pagherÓ la vecchia amministrazione"

PARK VITTORIA: PROGETTO SEPOLTO, DA RISOLVERE LA "GRANA" PENALI

Contatti frequenti con Parcheggi Italia per trovare una soluzione



TREVISO
– (gp) “Nel caso in cui si dovesse verificare un danno erariale, non sarà certo questa amministrazione a pagare”. Una risposta che non lascia spazio a interpretazioni quella del vicesindaco di Treviso Roberto Grigoletto in merito all'annosa questione del park sotterraneo in piazza Vittoria. A ritirare in ballo la questione del progetto affidato dall'amministrazione Gobbo-Gentilini alla società Parcheggi Italia è stato l'ex assessore ai lavori pubblici Giuseppe Basso il quale, attuale consigliere comunale di minoranza, ha chiesto in che modo la giunta Manildo risolverà la grana senza dover pagare una penale pesantissima (si parla di una cifra tra gli 800 mila e il milione di euro). La risposta di Ca' Sugana non si è fatta attendere: in sintesi l'attuale amministrazione ha ereditato la scelta (e il contratto) dalla giunta precedente (in cui era presente anche Giuseppe Basso) e sta cercando di trovare un accordo con la società Parcheggi Italia per costruire un parcheggio in un'altra zona di Treviso in modo da rispettare i patti. Se l'accordo non verrà raggiunto però, la penale si dovrà pagare sempre che si verifichi un danno erariale. Ma il portafoglio non lo dovrà aprire l'attuale amministrazione, bensì chi ha firmato quel contratto, ovvero quella di Gobbo e Gentilini. E se la Corte dei Conti verrà a Treviso a battere cassa, saranno i membri della giunta e i consiglieri comunali che l'hanno votata a dover saldare il conto di tasca propria.