Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/216: LA CINA ╚ VICINA ANCHE SUL GREEN

A Pechino, lo svedese Bjork supera Otaegui


TREVISO - Ed ecco l’Open di questo Paese fino a ieri tanto lontano da noi, e che oggi, in quanto a Golf e non solo, si sta portando in pole position nel mondo.Il Volvo China Open, torneo dell’European Tour che si avvale dell’organizzazione dell’Asian Tour, si gioca al Topwin...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/215: ALLA MONTECCHIA VA IN SCENA IL BANCA GENERALI INVITATIONAL

Quarta tappa del circuito sponsorizzato dal gruppo bancario


SELVAZZANO DENTRO (PD) - In un ambiente speciale, la gara di golf 18 buche stableford, contrassegnata dall’esclusività e dal prestigio di “Banca Generali Private”. Era la quarta delle sette tappe del “Trofeo di golf area nord est” sponsorizzato da Banca...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/214: IL CHALLENGE AIGG RITORNA IN VENETO

Giornalisti golfisti impegnati a Frassanelle e al Colli Berici


PADOVA/VICENZA - Il Challenge dei Giornalisti Golfisti d’Italia 2018, dopo le giornate romane è arrivato in Veneto, nel padovano e nel vicentino. Abbiamo giocato in due particolarissimi Campi, ambientati in luoghi molto interessanti. Nella prima giornata abbiamo goduto della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Grigoletto: "Se dovesse esserci danno erariale, pagherÓ la vecchia amministrazione"

PARK VITTORIA: PROGETTO SEPOLTO, DA RISOLVERE LA "GRANA" PENALI

Contatti frequenti con Parcheggi Italia per trovare una soluzione



TREVISO
– (gp) “Nel caso in cui si dovesse verificare un danno erariale, non sarà certo questa amministrazione a pagare”. Una risposta che non lascia spazio a interpretazioni quella del vicesindaco di Treviso Roberto Grigoletto in merito all'annosa questione del park sotterraneo in piazza Vittoria. A ritirare in ballo la questione del progetto affidato dall'amministrazione Gobbo-Gentilini alla società Parcheggi Italia è stato l'ex assessore ai lavori pubblici Giuseppe Basso il quale, attuale consigliere comunale di minoranza, ha chiesto in che modo la giunta Manildo risolverà la grana senza dover pagare una penale pesantissima (si parla di una cifra tra gli 800 mila e il milione di euro). La risposta di Ca' Sugana non si è fatta attendere: in sintesi l'attuale amministrazione ha ereditato la scelta (e il contratto) dalla giunta precedente (in cui era presente anche Giuseppe Basso) e sta cercando di trovare un accordo con la società Parcheggi Italia per costruire un parcheggio in un'altra zona di Treviso in modo da rispettare i patti. Se l'accordo non verrà raggiunto però, la penale si dovrà pagare sempre che si verifichi un danno erariale. Ma il portafoglio non lo dovrà aprire l'attuale amministrazione, bensì chi ha firmato quel contratto, ovvero quella di Gobbo e Gentilini. E se la Corte dei Conti verrà a Treviso a battere cassa, saranno i membri della giunta e i consiglieri comunali che l'hanno votata a dover saldare il conto di tasca propria.