Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

E' il progetto di sviluppo fluviale che unisce pubblico e privato

IL RILANCIO TURISTICO PARTE DAL SILE CON "OASI D'ACQUE E SAPORI"

Dieci i comuni interessati, da Vedelago a Quarto d'Altino


TREVISO - In vista dell'Expo 2015 anche Treviso si muove. “Oasi d’acque e di sapori” è il progetto di sviluppo turistico dell’asta del Sile promosso dal Comune di Treviso e dal Parco Naturale Regionale del Fiume Sile e che coinvolge i comuni di Casier, Istrana, Morgano, Quarto d’Altino, Quinto di Treviso, Roncade, Silea e Vedelago.
Questi i Comuni impegnati nel piano di rilancio turistico dei territori attraversati dalle acque del Sile, che intende sfruttare la visibilità di Expo 2015 per creare una rete di soggetti pubblici e privati capaci di una futura un'organizzazione condivisa dell'offerta turistica fluviale. Le premesse ci sono: nel 2013 le strutture turistiche dei comuni rivieraschi sono state scelte da più di 275 mila turisti, di cui circa 170 mila stranieri, per un totale di 500 mila notti trascorse sul territorio. 
A settembre saranno due gli appuntamenti di approfondimento e occasioni di incontro per gli operatori turistici al fine di supportare la creazione di reti: il 1 settembre presso il Comune di Treviso si riunirà il Gruppo Tematico relativo alla “Cultura ed Eventi”, mentre l’8 settembre presso l’Ente Parco Sile si terrà quello relativo a “Natura e Ambiente”. Seguiranno poi i Gruppi “Eno-gastronomia” e “Sport e Tempo libero”. Il progetto prevede anche  l’attivazione di un portale web e di un app per smartphone, oltre alla creazione di una Sile Card, ovvero una carta turistica da utilizzare per usufruire al meglio dei servizi turistici e correlati del territorio. Nella serata di martedì 22 luglio i partner del progetto si sono incontrati a Casale sul Sile dove, oltre al cronoprogramma e ai tavoli di lavoro, si è discusso dalla sistemazione strutturale di alcuni settori dell’asta del Sile, dei burci e del loro recupero. Dal dibattito è emersa anche che la necessità di considerare il tema dei trasporti, della sostenibilità ambientale, dei servizi al turista e della promozione oltre al coinvolgimento di altri enti pubblici e privati competenti. 
L’incontro di Casale sul Sile è il quarto di una serie di eventi di presentazione del progetto.
Ai nostri microfoni l'assessore alla cultura di Treviso, Luciano Franchin.