Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nervesa, l'episodio è avvenuto nella notte poco dopo le 4 in via della Vittoria

TENTANO IL FURTO DAL DEMOLITORE: DUE LADRI SCOPERTI E ARRESTATI

Fermati dai carabinieri un 30enne ed un 51enne, entrambi slovacchi


NERVESA - Stavano smontando alcune parti di auto destinate alla rottamazione, in particolare i sedili di una Audi ma il loro tentativo di furto è finito con l'arresto. L'episodio è avvenuto nella notte, verso le 4, presso l'autodemolitore “Nervesa” di via della Vittoria a Nervesa della Battaglia. Ad essere arrestati dai carabinieri due cittadini slovacchi senza fissa dimora. Milan Mimik e Josef Baros, di 30 e 51 anni. Gli stranieri sono stati scoperti dai carabinieri, impegnati in un servizio speciale di controllo della zona:
i due slovacchi sono stati sorpresi alle spalle dai militari che arano stati richiamati dai rumori metallici in un'area che a quall'ora della notte, in genere è silenziosa. Uno dei due si è fatto ammanettare senza opporre resistenza mentre l'altro ha tentato di fuggire, ma è stato prontamente agguantato da uno dei militi mentre cercava di scalare l'alto cancello di entrata. Il malvivente ha provato a divincolarsi scalciando sul volto del milite che non ha mollato la presa e, pur riportando lesioni guaribili con otto giorni di prognosi, è riuscito ad assicurarlo alla giustizia. Nelle vicinanze è stato trovato un furgone con all'interno uno zaino con attrezzi da scasso. I due slovacchi sono stati processati per direttissima ed hanno patteggiato la pena un anno. Sono stati quindi messi in libertà ed ora stanno ritornando in Slovacchia.