Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nervesa, l'episodio è avvenuto nella notte poco dopo le 4 in via della Vittoria

TENTANO IL FURTO DAL DEMOLITORE: DUE LADRI SCOPERTI E ARRESTATI

Fermati dai carabinieri un 30enne ed un 51enne, entrambi slovacchi


NERVESA - Stavano smontando alcune parti di auto destinate alla rottamazione, in particolare i sedili di una Audi ma il loro tentativo di furto è finito con l'arresto. L'episodio è avvenuto nella notte, verso le 4, presso l'autodemolitore “Nervesa” di via della Vittoria a Nervesa della Battaglia. Ad essere arrestati dai carabinieri due cittadini slovacchi senza fissa dimora. Milan Mimik e Josef Baros, di 30 e 51 anni. Gli stranieri sono stati scoperti dai carabinieri, impegnati in un servizio speciale di controllo della zona:
i due slovacchi sono stati sorpresi alle spalle dai militari che arano stati richiamati dai rumori metallici in un'area che a quall'ora della notte, in genere è silenziosa. Uno dei due si è fatto ammanettare senza opporre resistenza mentre l'altro ha tentato di fuggire, ma è stato prontamente agguantato da uno dei militi mentre cercava di scalare l'alto cancello di entrata. Il malvivente ha provato a divincolarsi scalciando sul volto del milite che non ha mollato la presa e, pur riportando lesioni guaribili con otto giorni di prognosi, è riuscito ad assicurarlo alla giustizia. Nelle vicinanze è stato trovato un furgone con all'interno uno zaino con attrezzi da scasso. I due slovacchi sono stati processati per direttissima ed hanno patteggiato la pena un anno. Sono stati quindi messi in libertà ed ora stanno ritornando in Slovacchia.