Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Sono stati evidenziati l'inadeguatezza degli impianti e problemi di inquinamento

"CASERMA DIROCCATA E FATISCENTE" NON PUÒ OSPITARE I MIGRANTI

Oggi telefonata da parte del prefetto Marrosu al sindaco di Codognè


CODOGNE' - 56mila metri cubi di stabili in un’area di 78mila metri cubi, abbandonati nei primi anni ’90 ed ora diroccati e fatiscenti, senza impianti elettrici o igienico sanitari e con problemi di inquinamento da rifiuti a causa anche di alcuni sversamenti di gasolio nel terreno. Questa la situazione dell'ex caserma Maset di Codognè, presentata dal sindaco Roberto Bet al Prefetto di Treviso nel corso della telefonata intercorsa tra i due nella giornata di oggi. La dottoressa Maria Augusta Marrosu si è informata sulla situazione della struttura per riportare le considerazioni del sindaco Bet nella commissione che deciderà sullo smistamento dei migranti destinati alla Marca. La struttura di Codognè è da escludere perchè le opere di adeguamento comporterebbero ingenti investimenti non attuabili nei tempi utili per l’accoglienza di questa ondata di migranti.