Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Sono stati evidenziati l'inadeguatezza degli impianti e problemi di inquinamento

"CASERMA DIROCCATA E FATISCENTE" NON PUÒ OSPITARE I MIGRANTI

Oggi telefonata da parte del prefetto Marrosu al sindaco di Codognè


CODOGNE' - 56mila metri cubi di stabili in un’area di 78mila metri cubi, abbandonati nei primi anni ’90 ed ora diroccati e fatiscenti, senza impianti elettrici o igienico sanitari e con problemi di inquinamento da rifiuti a causa anche di alcuni sversamenti di gasolio nel terreno. Questa la situazione dell'ex caserma Maset di Codognè, presentata dal sindaco Roberto Bet al Prefetto di Treviso nel corso della telefonata intercorsa tra i due nella giornata di oggi. La dottoressa Maria Augusta Marrosu si è informata sulla situazione della struttura per riportare le considerazioni del sindaco Bet nella commissione che deciderà sullo smistamento dei migranti destinati alla Marca. La struttura di Codognè è da escludere perchè le opere di adeguamento comporterebbero ingenti investimenti non attuabili nei tempi utili per l’accoglienza di questa ondata di migranti.