Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A Farra d'Alpago, nella piana della Foresta da Reme, la festa dei Trevisani nel mondo

GIORNATA DEI VENETI NEL MONDO: CELEBRATO IL 22° CANSIGLIO DAY

Presente all'evento anche il governatore del Veneto Luca Zaia



FARRA D'ALPAGO
- “C'è un modello veneto anche per l'emigrazione: quello realizzato da gente che se n'è andata da questa regione per lavorare e dare un contributo alla crescita dei Paesi nei quali sono andati in cerca di fortuna, dove oggi spesso ricoprono ruoli di primissimo piano, come il governatore di Melbourne o il sindaco di Sidney”. Lo ha ricordato il presidente del Veneto Luca Zaia, intervenendo al 22° Cansiglio Day svoltosi nella piana della “Foresta da Reme” della Serenissima, in località Sant’Osvaldo, al confine tra le province di Belluno e Treviso, promosso dall’Associazione Internazionale Trevisani nel Mondo, abbinato alla Giornata dei Veneti nel mondo. E’ stata una festa di popolo, ma soprattutto una occasione per incontrarsi e confrontarsi sui temi dell’emigrazione “moderna”, per consolidare i legami con la terra d’origine, per rinsaldare gemellaggi, come quelli con la comunità francese di Grenade. L'incontro è stato quasi una assise internazionale tra veneti del Veneto e veneti o loro discendenti che hanno preferito o dovuto lasciare la terra d’origine, festeggiata con calore e con tanta commozione, iniziata con la sfilata dei gonfaloni e dei labari e con una messa celebrata dal cardinale Beniamino Stella, affiancato dal vescovo di Belluno Giuseppe Andrich e da altri sacerdoti. A Stella, originario di Pieve di Soligo, che si è definito uomo del vaticano “che ha girato il mondo con la valigia come tanti di voi”, Zaia ha regalato la bandiera del Veneto, della quale ha fatto omaggio anche al sindaco di Grenade il cui intervento è stato salutato dal canto della marsigliese. Dopo gli interventi ufficiali, tra i quali quello del vicepresidente della Consulta dei Veneti nel Mondo Luciano Sacchet, veneto di Montevideo, Zaia ha richiamato i contenuti, le motivazioni e lo stile dell'emigrazione veneta, fatta di grandi numeri e che oggi nei cinque continenti conta tanti veneti di più generazioni quanti ce ne sono oggi nella Regione dalla quale sono partiti i loro nonni, i loro padri, i figli. Il governatore ha inoltre donato una targa della Regione a Loretta Baldassar, Vittoriano Speranza e Luigi Nasato, che si sono distinti per l'attività svolta all'estero tenendo alto il nome del Veneto, e a salutato Giulia Bottacin, riportata in Italia grazie all'interessamento della Regione dopo un incidente in Florida in seguito al quale era entrata in coma, dalla quale è uscita un paio di giorni dopo il rientro.