Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si parla di Marconato, Cuccarolo, Bruttini, Rinaldi

UN CENTRO IN ARRIVO A BREVE NEL MERCATO DI TVB DE' LONGHI

Pillastrini: "Gli americani saranno un due e un quattro"


TREVISO - Dopo l'arrivo di Fabi, Fantinelli e Cefarelli, il mercato della De' Longhi sta per fornire altri botti, magari proprio questa settimana: nel ruolo di centro si parla di Marconato, Cuccarolo, Rinaldi, Bruttini. La conferma coach Stefano Pillastrini. "Denis è una opzione, non l’unica, vedremo: ce ne stanno offrendo altri, anche quelli citati. Non abbiamo fretta, vogliamo scegliere con calma, anche a costo di andare oltre il 18 agosto: ci stiamo rendendo conto che non è facile, il mercato sta andando a rilento. In quanto ai giovani, ribadisco che vogliamo gente che cresca con noi, assieme a qualche marpione del passato che però disponga di motivazioni importanti: la prima opzione sono i giocatori di talento. Ad esempio a Torino ho apprezzato molto la coppia Tommasini-Parente; dietro a Fantinelli potremmo piazzare un giocatore d’esperienza, anche se non è un obbligo. Per gli stranieri, ammesso che ne prenderemo due, un tiratore e un quattro, e comunque li sceglieremo dopo aver completato il parco italiani: preferisco aspettare qualche giorno in più ma avere alla fine la squadra giusta. Sugli obiettivi abbiamo le idee abbastanza chiare, però non è detto che riusciremo a centrarli, stiamo aspettando delle risposte entro martedì-mercoledì."