Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Treviso, lo scopo è creare una mostra per questa particolare forma di opera grafica

FONDAZIONE MAZZOTTI AI TREVIGIANI: "DATECI I VOSTRI PAPIRI DI LAUREA"

Donati dalla figlia Anna i fogli goliardici creati dallo scrittore dal 1927


TREVISO - “Dateci i vostri papiri di laurea: saranno digitalizzati e poi restituiti. In questo modo ne garantiamo la memoria”. A lanciare questo appello è stato il presidente della Fondazione Mazzotti, il professor Marco Tonon: l'idea è quella di creare un'esposizione di papiri di laurea partendo da quelli che Anna Mazzotti ha donato di recente alla Fondazione. Il padre, da studente universitario, si dilettava infattu a creare cartelloni goliardici che ancora oggi sono parte delle feste di laurea. Il materiale è relativo al periodo 1927-1932. Quello della raccolta dei papiri è solo una prima spinta verso la creazione di una “Fondazione partecipata”, allargata ai cittadini dopo anni bui e di immobilismo. La “Fondazione Mazzotti”, dopo alcuni tagli obbligati di personale e di stipendi, cerca così di rilanciarsi partendo dalla cruciale domanda: “Cosa vuoi fare tu per la tua città?”. Il tema sarà al centro, mercoledì 30 luglio dalle 18, di un evento pubblico che si terrà presso l'auditorium di Santa Caterina.
AUDIO Ai nostri microfoni spiega le finalità della Fondazione Mazzotti, il presidente prof. Marco Tonon