Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Spresiano, blitz della polizia in un albergo, era il terzo incontro fugace con una donna

FINISCE CON L'ARRESTO LA FUGA D'AMORE DEL "RE DELLE TRUFFE"

Ivan Baricevic, nomade 26enne, ha violato la sorveglianza speciale


SPRESIANO - (NC) Il "re delle truffe", il nomade 26enne Ivan Baricevic, arcinoto alle forze dell'ordine per le decine di raggiri messi a segno in provincia di Treviso e non solo, è stato arrestato lunedì mattina dalla polizia mentre si trovava all'interno di un albergo di Spresiano. Questa volta le manette non sono scattate per l'ennesima auto fatta sparire con i soliti "trucchi del mestiere". Baricevic è finito in carcere per aver violato in più occasioni la sorveglianza speciale a cui era stato sottoposto: tra i vincoli c'è quello di restare nel territorio del Comune di Treviso e di non incontrare persone con precedenti penali o di polizia. Il 26enne, in base alle segnalazioni giunte in Questura, frequentava l'albergo per fugaci incontri con una donna coetanea e con precedenti di polizia. Abbastanza per far scattare il blitz della polizia e l'accompagnamento in carcere su disposizione del pubblico ministero Valeria Sanzari. Baricevic aveva regolarmente pagato all'albergo, al costo di 90 euro, la stanza d'albergo per incontrare l'amica: prima del tramonto sarebbe poi tornato a casa per evitare i controlli delle forze dell'ordine. Ivan Baricevic è considerato un vero e proprio “re delle truffe”. Sono stati almeno una quarantina i raggiri messi a segno dal 26enne negli ultimi anni. Le vittime erano i malcapitati proprietari d'auto che mettevano la propria auto in vendita in internet: il nomade, dopo averli contattati ed incontrati, riusciva a convincere i venditori a mettere nero su bianco il passaggio di proprietà e a far sparire le vetture, senza ovviamente pagare un euro, fingendo di versare bonifici o consegnando assegni scoperti.